Catania

Aeroporto Fontanarossa diventa “Hub del Mediterraneo”: il nuovo piano dell’Enac

Aeroporto Fonatarossa Catania
Novità importanti per Fontanarossa: secondo il Piano straordinario di riassetto degli aeroporti di Enac, lo scalo diverrà in futuro "Hub del Mediterraneo". Previsti 30.000 passeggeri al giorno.

L’ENAC,  l’Ente Nazionale del Volo Civile, punta al riassetto degli aeroporti italiani con un piano ad hoc. Previste, di conseguenza, nuove classificazioni. Quali? In prima battuta Milano Malpensa e Roma Fiumicino dovrebbero diventare “hub istituzionali”, mentre il Marco Polo di Venezia un “hub vocazionale”. Ma alcune importanti novità riguardano anche l’Aeroporto di Catania: secondo quanto anticipato dalla testata La Repubblica, si punta a trasformare Fontanarossa in  “Hub del Mediterraneo”, in grado di sfidare l’aeroscalo di Istanbul.

A breve il Piano straordinario di riassetto verrà inviato a Enrico Giovannini, Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, così da avviare l’iter di approvazione.

Fontanarossa “Hub del Mediterraneo”

Il Piano riserva allo scalo etneo un compito di spicco. Sempre secondo quanto riportato da La Repubblica, l’Aeroporto “Fontanarossa” dovrà attirare e “strappare” ad altri aeroporti i viaggiatori in arrivo da Cina, Giappone, Corea e India. Di fatto, ad oggi, molti di questi fanno tappa in Turchia per poi spostarsi in Europa Occidentale.

Ciò cambierà inevitabilmente anche l’afflusso di passeggeri. Secondo le stime, grazie a servizi migliori (quali, per esempio, i collegamenti ferroviari), l’aeroporto catanese potrebbe raggiungere la soglia di 30.000 passeggeri al giorno.

Altre novità

Il documento includerebbe molteplici altre novità. Tra le più rilevanti, si punterebbe a dire “no” ai viaggi intercontinentali dall’Aeroporto Milano Linate: dietro questa decisione, si celerebbe la volontà di far crescere Malpensa.

Si punta, inoltre, almeno ad alleggerire il traffico che transita dall’Aeroporto di Roma Ciampino, caratterizzato da “gravi criticità”. Come? Tra le possibili soluzioni, si proporrebbe la ristrutturazione, il potenziamento e l’apertura alle compagnie civili per l’aeroporto militare di Frosinone.