In Copertina Viaggi

Spiaggia del Gelsomineto: le curiosità tra storia e leggenda

spiaggia del gelsomineto
Spiaggia "del Gelsomineto" o "della Marchesa"? Di seguito alcune curiosità riguardanti una delle spiagge più belle della Sicilia orientale.

Tra le spiagge siciliane più belle vi è senza dubbio quella del Gelsomineto, chiamata anche spiaggia della Marchesa. Questa si trova poco lontano da Siracusa, in prossimità della foce del fiume Cassibile, ma cosa la rende così speciale?

L’origine dei nomi

La spiaggia del Gelsomineto è chiamata così perché agli inizi del secolo scorso, come in altre aree della Sicilia, vi si coltivava il gelsomino su commissione dell’industria profumiera francese. Oggi, però, dei fiori profumati non è rimasto più nulla, se non la pineta, una barriera verde tra il mare e la statale che offre un’ombra naturale molto apprezzata.

Questo luogo, però, è anche conosciuto come spiaggia “ra Marchisa“. Questo, infatti, ricade all’interno del vasto feudo dei Marchesi Loffredo di Cassibile, che spazia a perdita d’occhio dall’altopiano ibleo al mare, tra la Cava Grande, i Cugni e la piana siracusana, un territorio ricco di storia e di natura che include anche un piccolo borgo agricolo.

Si dice infatti che la Marchesa si recasse in questo luogo per fare il bagno senza vestiti, lasciando il marito al castello a “badare agli affari propri“, come si legge sul sito della Val di Noto.

Lo sbarco degli anglo-americani

Questo suggestivo litorale che ad oggi rappresenta una meta turistica, in realtà è anche uno dei luoghi della storia più recente: è proprio qui che nel 1943 vi fu lo sbarco degli Alleati. La baia è chiusa da due costoni rocciosi alle sue estremità: in particolare, quello a nord è sormontato da un bunker della Seconda Guerra Mondiale posto a vedetta della costa.

Proprio in questa spiaggia, nella notte del 9 luglio 1943 si è concretizzato lo Sbarco degli anglo-americani, nome in codice “operazione Husky”, che permise la conclusione del conflitto. L’Armistizio fu firmato nel territorio di Cassibile il 3 settembre della stessa estate e reso noto cinque giorni dopo.

Spiaggia del Gelsomineto: come arrivare

La spiaggia di Gelsomineto si trova vicino Siracusa ed è situata nel comune di Avola. È caratterizzata dalla presenza alle sue spalle dalla riserva naturale Orientata Cavagrande del Cassibile, una pineta ricca di vegetazione che rende lo scenario ancora più magico.

Si tratta di una spiaggia libera, quindi tutti possono accedervi ed è possibile raggiungerla in auto in quanto il sentiero per arrivare è abbastanza rettilineo. Per arrivare basta partire da Siracusa con la S.S. 115, direzione sud, superando l’abitato di Cassibile e proseguendo sulla statale fino al ponte metallico del fiume Cassibile. Superato il ponte, dopo circa 200 metri, si prende la stradina sulla destra continuando a seguire le indicazioni per la Pineta del Gelsomineto: si troverà la spiaggia a poche centinaia di metri.

A proposito dell'autore

Gabriella Ventaloro

Nata a Catania nel 2002, studia scienze e lingue per la comunicazione. È appassionata di lingue straniere, arte, fotografia e scrittura e ama vedere il bello in ogni cosa. Collabora con la redazione di LiveUnict da giugno 2021 e cura la rubrica che tratta le curiosità sulla Sicilia.