Società

Pensioni aprile 2022: news su pagamento anticipato e calendario

poste italiane
Pensioni aprile 2022: quando avverrà il pagamento? Sarà nuovamente anticipato o tornerà tutto nella norma con la fine dello stato di emergenza?

Pensioni aprile 2022: il pagamento continuerà a essere anticipato? Si tratta di una domanda che, in questi giorni, si fanno in molti. Il 31 marzo 2022 scadrà, infatti, lo stato di emergenza che aveva fatto sì che le pensioni venissero erogate in modo anticipato. Ma che succederà allo scattare del 31 marzo? Ecco quali sono le ultime novità.

Pensioni aprile 2022: verso il pagamento anticipato

Da ormai due anni, le pensioni presso Poste Italiane vengono erogate in anticipo (da inizio mese alla fine del mese immediatamente precedente) per via della pandemia. La misura si è resa necessaria per evitare assembramenti all’interno degli uffici postali. Ma cosa accadrà adesso che si va verso l’uscita dell’emergenza?

Comunicazioni ufficiali da parte della Protezione Civile o di Poste Italiane dovrebbero arrivare a giorni, ma è altamente probabile che il pagamento anticipato rimanga tale anche per il mese di aprile. Inoltre, secondo alcune indiscrezioni, tale pratica potrebbe persino diventare definitiva. La motivazione risiederebbe proprio nella volontà di eliminare code e assembramenti all’interno degli uffici.

Il possibile calendario

Qualora il pagamento anticipato fosse confermato, i primissimi assegni potrebbero essere erogati già a partire da sabato 26 marzo 2022 o, al massimo, da lunedì 28 marzo 2022. Tutti i pagamenti dovrebbero, in ogni caso, concludersi il 1 aprile 2022. L’ordine di priorità e di accesso, come sempre, si stabilisce sulla base del cognome.

Queste regole, ricordiamo, sono valide per coloro i quali si recano direttamente presso gli uffici postali per il ritiro della pensione. Invece, tutti quelli che hanno scelto l’accredito direttamente sul conto corrente riceveranno l’accredito della pensione il 1 aprile 2022.

Inoltre, per gli over 75 rimane la possibilità di ricevere il pagamento direttamente presso la propria abitazione: saranno, infatti, i Carabinieri a recapitare la pensione senza alcuna necessità d recarsi presso gli uffici postali.