Catania

Catania, oggi sciopero dei mezzi pubblici: previsti disservizi AMTS e FCE

autobus fuori servizio
Via al nuovo sciopero nazionale dei mezzi pubblici: anche nella città di Catania cominciano a registrarsi i primi disagi. Disservizi, tuttavia, annunciati tanto da AMTS quanto da FCE. Come verrà limitato il servizio durante la giornata odierna?

Le ventiquattr’ore di sciopero nazionale dei mezzi pubblici, indetto dalle Segreterie Nazionali FILT CGIL, FIT CISL, UIL TRASPORTI, UGL e FAISA – CISAL sono iniziate: mentre centinaia di lavoratori iniziano a incrociare le braccia per protesta, si registrano ovunque i primi disservizi.

Anche nella città di Catania, nel giro di poco tempo, per gli utenti abituati a spostarsi tramite metropolitana o bus cominceranno a denotarsi i primi disagi; sia l’Azienda Metropolitana Trasporti e Sosta (AMTS) che la Ferrovia Circumetnea (FCE) hanno infatti annunciato, tramite avviso, tanto l’astensione dal servizio del personale quanto la soppressione di alcune corse.

I disservizi AMTS

Andando più nel dettaglio, AMTS ha annunciato ai propri utenti, scusandosi anticipatamente per il disagio, che “il personale viaggiante, aderente all’iniziativa, si asterrà dal servizio dalle ore 10:30 alle ore 18:00 e dalle ore 21:00 a fine turno, mentre “il restante personale si asterrà dal servizio per l’intera durata dal proprio turno di lavoro”, motivo per il quale, come diretta conseguenza, “il servizio potrebbe subire delle variazioni”.

Limitazioni e soppressioni FCE

Disservizi in arrivo anche da parte di FCE, che tramite avviso ha annunciato che, per quanto riguarda il servizio ferroviario extraurbano, il servizio  subirà le seguenti limitazioni e soppressioni:

  • il Tr.6 resta limitato a Misterbianco;
  • il Tr.7 resta limitato a Paternò;
  • il Tr. 9 resta limitato a Valcorrente;
  • il Tr.20 ha origine da Randazzo alle ore 13:00;
  • il Tr.21 ha origine da Paternò alle ore 13:00;
  • il Tr.28 resta limitato a Biancavilla Pozzillo;
  • il Tr.31 resta limitato a Valcorrente.

È stato annunciato inoltre come rimangano soppressi i Treni: 8 – 10 – 11- 12 – 13 – 14 – 15 -16 – 17 – 18 – 19 – 32 – 33 – 34, e come il Tr. 29 sarà effettuato a mezzo autobus e resta limitato a Linguaglossa.

Per quanto riguarda la metropolitana di Catania, FCE ha annunciato che “il servizio rimarrà sospeso dalle ore 9:00 alle ore 13:00 e dalle ore 16:00 alla chiusura dell’ esercizio”. Durante la giornata, dunque, le ultime corse in partenza da Nesima e Stesicoro partiranno alle 8:50; il servizio riprenderà da ambo le stazioni alle 13:00, per poi fermarsi nuovamente poche ore dopo, con l’ultima corsa in partenza da Nesima alle 15:45 e da Stesicoro alle 15:40.

Ultimi ma non meno importanti, si registreranno anche disagi anche nell’ambito degli autoservizi FCE; saranno soppresse, infatti, le tratte:

  • Catania – Linguaglossa – Randazzo (corsa 202);
  • Bronte – Randazzo (corsa s1206);
  • Castiglione – Linguaglossa – Riposto e viceversa (corse: s412 – 409 – 657 – 660 – 414- s654 – 655);
  • Piano Tavola – Catania, Via Corso Indipendenza (corsa 352);
  • Catania – Paternò – Adrano e viceversa (corse: s63 – s86 – bis22 – bis67);
  • Paternò – Belpasso e viceversa (corse: s155 – 161 -162);
  • Catania – Piano Tavola – Belpasso (corsa: 856).