Attualità

Coronavirus, Costa: “Dobbiamo riservare il tampone a chi ha i sintomi”

sottosegretario Andrea Costa riduzione quarantena a scuola
In un intervista il sottosegretario Costa scioglie i nodi relativi a vaccini e tamponi e sottolinea l'importanza di riservare i tamponi solo ai soggetti sintomatici.

Il sottosegretario Andrea Costa durante un’intervista a Skytg24 ha parlato della situazione covid in Italia rilasciando importanti dichiarazioni a riguardo.  “Dobbiamo arrivare a riservare il tampone a chi ha i sintomi” – ha dichiarato il sottosegretario alla Salute Andrea Costa a SkyTg24. “Convivere con la pandemia vuol dire arrivare a queste condizioni. Non è che i cittadini si devono misurare la febbre ogni mattina per capire se la hanno.

Che un positivo trivaccinato asintomatico possa essere “libero”? Quando arriveremo a quel punto significherà che siamo veramente in una fase endemica, di piena convivenza con virus – continua -. Ci potranno essere dei positivi asintomatici che potranno continuare a fare attività, ovviamente con delle precauzioni“, ha continuato il sottosegretario.

Necessaria quarta dose?

Sulla quarta dose siamo nell’alveo in cui la politica deve attendere le indicazioni scientifiche e compito del governo e dello Stato è eventualmente farsi trovare pronto nel caso ci dovesse essere la somministrazione della quarta dose. A oggi, però, non abbiamo questa indicazione“, ha aggiunto Costa.

Il Green pass senza scadenza per chi ha fatto la terza dose? E’ una scelta che la politica deve fare basandosi su quelle che saranno le indicazioni scientifiche spetta alla comunità scientifica dirci se possiamo prendere in considerazione questa ipotesi“.

Vaccino under 5

Infine, il sottosegretario Costa ha ricordato che il vaccino sarà presto disponibile anche per la fascia 2-5 anni. Nello specifico, potrebbe essere essere somministrato già a partire da questa primavera.