Scuola

Rientro a scuola, con 4 o più contagi tutti in DaD: la bozza delle Regioni

regole scuola Covid
Cambiano ancora le regole per gli studenti? In attesa di risposte certe, ecco la bozza delle Regioni che i Governatori oggi discuteranno per avanzare la proposta al Governo.

Come sarà il rientro in classe dopo le vacanze natalizie? Il Presidente del Consiglio Mario Draghi dovrebbe discutere proprio di questo a Palazzo Chigi, con il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, quello della Salute Roberto Speranza e il Commissario all’emergenza Covid Francesco Paolo Figliuolo.

Al centro della riunione, a quanto si apprende, anche le eventuali nuove regole per i contagi nelle scuole. Nel frattempo anche le Regioni sono al lavoro per scogliere il nodo scuola.

La bozza delle Regioni

Nello specifico, la bozza delle Regioni, che i Governatori oggi discuteranno per avanzare la proposta al Governo, prevede:

  • alle elementari e in prima media, con 4 o più contagi in classe, una settimana di DaD e la quarantena per tutti gli alunni della classe, oltre al tampone (quest’ultimo necessario solo per i non vaccinati, nel caso in cui quelli con copertura vaccinale non avessero sintomi);
  • sotto la soglia di 4 contagiati per classe è prevista, invece, l’autosorveglianza per tutti. Si raccomanderebbe, inoltre, di indossare la mascherina Ffp2 e di evitare di frequentare ambienti differenti da quelli familiari.

La raccomandazione “razionale” delle Regioni è quella di prevedere questa misura in vista di una copertura vaccinale alta (del 70%) con contatti a basso rischio e di tenere conto dell’andamento epidemiologico e, soprattutto, della variante Omicron.

Si esplicita che si tratta solo di una bozza: dunque bisognerà ancora attendere per ricevere informazioni certe circa il rientro in classe degli alunni di tutta Italia.