Attualità

Digitale terrestre: quali canali “scompaiono” e come rivederli

Digitale terrestre
Digitale terrestre: il passaggio all'alta definizione trascina con sé la "scomparsa" di alcuni canali. Ma a questa si può porre rimedio: ecco come.

Digitale terrestre: da qualche ora, i televisori presenti nelle case degli italiani presentano delle novità. Quali? Con la conversione all’alta definizione, quello che comunemente conosciamo come HD, volta ad una migliore risoluzione, alcuni canali “scompaiono”, ma non in maniera definitiva. Di seguito l’elenco dei canali oscurati e la guida per tornare a vederli.

Canali digitale terrestre: quali sono ora “invisibili”?

I canali oscurati per via del passaggio all’HD sono ben 15: si tratta di alcuni tra quelli Rai e Mediaset. Quali sono? Di seguito l’elenco completo.

Per quanto riguarda la Rai, sono stati oscurati:

  • Rai 4;
  • Rai 5;
  • Rai Movie;
  • Rai Yoyo;
  • Rai Sport + HD;
  • Rai Storia;
  • Rai Gulp;
  • Rai Premium;
  • Rai Scuola.

In merito alla Mediaset, invece:

  • TgCom24;
  • Mediaset Italia 2;
  • Boing Plus;
  • Radio 105;
  • R101 TV;
  • Virgin Radio TV.

Quelli citati, d’ora in poi, potranno esser visti soltanto in HD. Tuttavia il passaggio non sarà automatico. Quali procedure bisognerà seguire?


Bonus prima casa under 36: requisiti e come richiederlo


Televisori compatibili nuovo digitale terrestre: come verificare?

Sappiamo già che per tornare a visualizzare tali canali occorrerà accertarsi che i televisori di cui si dispone siano in grado di trasmettere in HD. Ma come? Per prima cosa, occorrerà sintonizzarsi su canali già disponibili in alta definizione. Tra questi “canali di prova” andranno citati, per esempio:

  • il canale 501 per RAIUNO HD;
  • il canale 505 per Canale 5 HD;
  • il canale 507 per LA7 HD.

Come risintonizzare

Nel caso in cui risultasse visibile almeno uno tra questi, occorrerebbe semplicemente risintonizzare e non sostituire TV o decoder.

Generalmente, per farlo, servirà afferrare il telecomando del proprio decoder o TV  e cliccare su “Menu” e, poi, su “ricerca canali” e “ricerca automatica”.

A questo punto potrebbe risultare necessario l’aggiornamento o la reinstallazione della lista canali, operazioni al termine delle quali il televisore o il decoder dovrebbero risintonizzare le frequenze. Alla fine, nel caso in cui non si verifichi alcun problema di ricezione, apparirà una lista di canali ordinata.

Cosa cambia a gennaio 2023?

Si ricorda, inoltre, che un secondo importante cambiamento è atteso da gennaio 2023, data per cui è prevista l’attivazione del DVB-T2 con il nuovo sistema di codifica HEVC Main10. In vista di questa data, anche in questo caso,  si consiglia di verificare se il proprio televisore. Per farlo basterà digitare i canali di test 100 e 200. Nel caso in cui RAIUNO (canale 1) funzionasse, bisognerebbe verificare la presenza della dicitura “Test HEVC Main10″ sul canale 100. Bisognerà procedere allo stesso modo con Canale 5, controllando attraverso il canale 200.

In entrambi casi, la presenza della scritta “Test HEVC Main10″ garantirà la compatibilità dell’apparato. 

Chi possiede, infine, TV comprate prima dell’anno 2010 dovrà necessariamente procedere con l’acquisto di un decoder con sincronizzazione DVB-T2, da collegare all’apparecchio.

Speciale Test Ammissione