Attualità

Natale 2021, Sileri: “Sì a cenoni ma con mascherina e green pass”

Pierpaolo Sileri
Ottobre sta per terminare: con il mese di novembre cominceranno i primi preparativi per il Natale 2021. Ma come lo trascorreranno, quest'anno, gli italiani, reduci dal "lockdown natalizio" del 2020? Un indizio lo dà il sottosegretario alla Salute Sileri.

Il mese di ottobre si avvia rapidamente verso la sua fine; in meno di 30 giorni, per coloro i quali non riescono ad aspettare il tradizionale 8 dicembre, le prime luci natalizie si accenderanno, i primi alberi decorati cominceranno a fare capolino, dando via al “più bel periodo dell’anno”, il Natale 2021.

Un periodo, in verità, molto atteso: si ricordi come, lo scorso anno, sia passato quasi in sordina; tutta l’Italia, infatti, l’ha trascorso passando da zone arancioni a zone rosse in giorni selezionati dal Governo. Tutto questo, inoltre, senza scordare il coprifuoco, il quale era ancora fissato per le 22, limite orario che sarebbe rimasto tale ancora per diverso tempo.

Ma, quest’anno, le cose potrebbero essere differenti: interrogato da Radio 105 a proposito delle festività natalizie per il 2021, infatti, il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri ha spiegato come “salvo che non accadano cose strane, come una nuova variante, potremmo fare un cenone in libertà. Tuttavia, Sileri ha voluto sottolineare come non sia un “liberi tutti”, spiegando che “ancora ci saranno il distanziamento, la mascherina e il Green pass”.

L’Italia, dunque, si avvicina a grandi passi verso le riaperture definitive: dalle discoteche alla capienza massima in cinema e teatri, passando per gli stadi, per i quali il Governo è al lavoro per permettere i concerti prima della prossima estate. Ciò fa ben sperare gli amanti della stagione natalizia, che si preparano a recuperare al meglio quel Natale del 2020 perduto, senza dimenticare quegli accorgimenti che permettano a tutti di trascorrerlo in sicurezza.

Speciale Test Ammissione