Attualità

Pagamento pensioni novembre 2021: il calendario

pagamento pensioni novembre 2021
Pagamento pensioni novembre 2021: l'erogazione del contributo pensionistico avverrò in anticipo. Ecco il calendario con le date utili per ritirarle.

Era già stato annunciato ed ora è ufficiale: il pagamento pensioni novembre 2021 avverrà in anticipo. Come già successo nei mesi precedenti, a causa dello stato di emergenza, lo Stato erogherà il contributo in anticipo rispetto alle date tradizionali. Per questo motivo, chi riceve la pensiona potrà raggiungere gli uffici di Poste Italiane seguendo il calendario indicato dall’Inps.

Come sempre, infatti, verrà effettuato lo scaglionamento: dal 25 al 30 ottobre, a seconda dell’ordine alfabetico, sarà possibile ritirare la propria pensione.

Pagamento pensioni INPS

Secondo l’ordinanza dalla Protezione Civile  n.787 del 23 agosto 2021, le date del pagamento devono essere anticipate: per questo, il pagamento avverrà dal 25 ottobre al 30 ottobre 2021. In attesa della pubblicazione del calendario ufficiale di Poste italiane e di Inps, lo scaglionamento potrà essere così impostato:

  • cognomi A-B: lunedì 25 ottobre;
  • cognomi C-D: martedì 26 ottobre;
  • cognomi E-K: mercoledì 27 ottobre;
  • cognomi L-O: giovedì 28 ottobre;
  • cognomi P-R: venerdì 29 ottobre;
  • cognomi S-Z: sabato 30 ottobre.

La riscossione della pensione anticipata

Le modalità di riscossione pensione restano le stesse dei mesi precedenti, per cui:

  • I pensionati hanno 60 giorni di tempo per riscuotere la pensione dal primo giorno bancabile del mese;
  • Se il titolare non può ritirare la pensione, può però delegare un’altra persona che la riscuoterà per conto suo. Anche in questo caso, però, si deve sempre tenere conto del cognome del titolare e fare riferimento al calendario ufficiale;
  • Chi ha età pari o superiore ai 75 anni, può delegare i carabinieri per il ritiro della pensione presso Poste italiane;
  • Chi riceve la pensione in Banca non ha la possibilità di accedere al pagamento anticipato: quest arriverà nel primo giorno bancabile del mese di novembre, e cioè il 2 novembre.

Aumento pensioni a novembre: per chi?

“Come già illustrato nel messaggio n. 3772 del 19 ottobre 2020 – si legge sul sito dell’Inps – i beneficiari delle prestazioni pensionistiche e previdenziali interessati all’applicazione dell’aliquota più elevata degli scaglioni annui di reddito e/o al non riconoscimento, in misura totale o parziale, delle detrazioni d’imposta per reddito, di cui all’articolo 13 del D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917 (TUIR), sono tenuti a darne comunicazione all’INPS ogni anno.

Al riguardo, con il presente messaggio si rende noto che le relative richieste possono essere inoltrate all’Istituto compilando l’apposita dichiarazione on line accedendo al servizio dedicato “Detrazioni fiscali – domanda e gestione” disponibile sul sito www.inps.it. Si comunica inoltre che, a partire dal 15 ottobre 2021, sarà possibile acquisire le suddette richieste anche per il periodo d’imposta 2022.

Resta fermo che in assenza di esplicita comunicazione, l’Istituto, in qualità di sostituto d’imposta, procederà, ai sensi della normativa vigente, ad applicare le aliquote per scaglioni di reddito e a riconoscere le detrazioni d’imposta, di cui al citato articolo 13 del TUIR, sulla base del reddito erogato”.