Catania

Accoltellato perché si lamentava del cane del vicino: tentato omicidio a Catania

Un litigio tra vicini di casa che sarebbe potuto trasformarsi in tragedia: un 26enne è stato accoltellato, "colpevole" di essersi lamentato del cane del vicino 49enne.

Un litigio che sarebbe potuto trasformarsi in una tragedia: è quanto accaduto ieri mattina a Camporotondo Etneo, in provincia di Catania, dove un 49enne è stato tratto in arresto dai Carabinieri della provincia etnea, con l’accusa di tentato omicidio ai danni di un 26enne, vicino di casa dell’arrestato.

Il movente dell’aggressione sarebbero i fastidi causati dal cane del 49enne: il giovane si è dapprima lamentato con la moglie del vicino, e ciò avrebbe innescato un litigio. Successivamente l’arrestato si è affacciato dal balcone, inveendo contro il vicino, per poi scendere presso l’abitazione del 26enne armato di due coltelli, con i quali ha aggredito violentemente il giovane.

L’esito violento della lite non si è trasformato in una tragedia grazie ad un vicino di casa che, vista la scena, ha allertato i Carabinieri di Catania: arrivati sulla scena del crimine, hanno trovato il giovane ferito sul volto e sull’addome, mentre l’aggressore si trovava in strada.

Reo confesso, l’aggressore ha mostrato ai militari dove aveva nascosto le armi del tentato omicidio prima di essere trasportato in carcere. Il giovane aggredito, invece, è stato trasportato al Policlinico di Catania: è stato giudicato guaribile in quindici giorni.

Università di Catania