Attualità

Incendi Sicilia, il Governo dichiara lo stato di emergenza: in arrivo aiuti

incendio
Oltre 78mila ettari sono bruciati in Sicilia dall'inizio dell'anno. Il governo dichiara lo stato di emergenza e si impegna ad aiutare i territori colpiti.

La situazione incendi in Sicilia e nel resto d’Italia è preoccupante: dall’inizio dell’anno a causa degli incendi sono andati in fumo in Italia 158 mila ettari di boschi e foreste. Nella sola Sicilia dall’inizio del 2021 oltre 78mila ettari sono bruciati, pari al 3,05% della superficie della Regione.

Così,  è stato convocato del premier Mario Draghi un Consiglio dei Ministri sul problema incendi e sull’eventuale dichiarazione di “stato di emergenza” e lo stanziamento di fondi per aiutare i territori più colpiti.

La decisione del Governo

Il Consiglio dei Ministri, riunitosi oggi pomeriggio, ha preso la decisione di dichiarare lo “stato di emergenza” e, quindi, di aiutare quei territori maggiormente colpiti dagli incendi.

L’estate ha visto molti territori colpiti da incendi, prevalentemente dolosi. E allora il primo provvedimento che abbiamo assunto in Consiglio dei ministri, alla ripresa, è la dichiarazione dello stato di emergenza per Sicilia, Sardegna, Calabria e Molise“, ha spiegato la Ministra per gli Affari regionali e le autonomie Mariastella Gelmini.

Questo significa più risorse per i territori colpiti, ma significa soprattutto non lasciare soli quei cittadini che hanno avuto danni ingentissimi: che hanno perso la casa, l’azienda, il bestiame, i sacrifici di una vita. Stiamo lavorando anche all’interno della Conferenza Stato-Regioni per favorire una sinergia e una collaborazione per una prevenzione più forte in vista della prossima stagione. Dobbiamo, evidentemente, prevedere sanzioni più pesanti per i piromani. Dobbiamo lavorare, e lo stiamo già facendo, per mettere in sicurezza e per tutelare la nostra bella Italia“, ha concluso la Ministra.