Catania

Catania, via cenere e rifiuti da tombini e canali: disposta pulizia

Pulizia tombini
A Catania interventi di drenaggio idraulica, in vista della stagione delle piogge. Disposto il raddoppio delle squadre di operai al lavoro.

In vista della fine dell’estate e dell’arrivo dell’autunno, a Catania ci si adopera per pulire caditoie, tombini, canali d’acqua e rimuovere i residui di cenere, frutto della continua attività del vulcano Etna.

Di fatto, da circa dieci giorni e  su input del primo cittadino della città, Salvo Pogliese, l’Amministrazione Comunale ha messo in campo un piano d’azione per prevenire l’arrivo di piogge autunnali di portata torrenziale che sono diventati una pericolosa costante. Si tratta di un lavoro coordinato dalle Direzioni comunali Manutenzioni ed Ecologia e reso possibile grazie al supporto della Multiservizi, della Srr e della Dusty.

Si procede gradualmente. Nel corso della prima fase, susseguitasi fino a Ferragosto, sono state coinvolte le principali arterie che da Nord arrivano in città.

Nel corso di una riunione alla presenza degli assessori Arcidiacono e Cantarella, il sindaco ha poi dato un nuovo impulso per intensificare le attività di ripristino della funzionalità idraulica, fortemente compromessa sia dalla presenza di rifiuti sui bordi dei corsi d’acqua che dalla crescita della vegetazione incolta e dalla cenere vulcanica. Di fatto quest’ultima cadendo, ha ostruito il sistema di smaltimento di tombini e caditoie.

Con questa consapevolezza, Pogliese ha disposto che le squadre di operai al lavoro venissero raddoppiate, con il supporto dei comunali delle manutenzioni per disostruire il sistema di smaltimento delle acque piovane, sia nella fase di intercettazione a monte che in quella di raccolta a valle.