Catania In Copertina

Cognomi più diffusi a Catania: Messina, Nicolosi e Nicotra tra toponimi e non

cognomi più diffusi a Catania
Vi siete mai chiesti cosa significhi il vostro cognome? In questa nuovo appuntamento parleremo dell’origine dei cognomi dalla M alla N.

Il cognome non fa soltanto compagnia al nome: oltre a indicare il nome della propria famiglia d’origine, negli articoli precedenti di questa rubrica (a fondo pagina) abbiamo visto che dietro c’è una storia e una cultura unite spesso da secoli. Questa volta andremo alla scoperta dei seguenti cognomi catanesi: Magrì, Marchese, Marino, Marletta, Maugeri, Mazzaglia, Messina, Moschetto, Motta, Nicolosi e Nicotra.

M: da Magrì a Motta

Diffuso tra Catania e la Puglia, Magrì è un cognome che deriva dall’appellativo medievale di Magrus, diventato anche nome proprio, dato a coloro che erano di corporatura snella. Legato al mare è Marino, che ha attinenza con il cognome latino Marinus, successivamente diventato anche nome medievale: i Marino, dunque, anticamente erano coloro che abitavano in una località costiera.

Marchese deriva dall’omonimo titolo nobiliare che a sua volta ha conservato la parola tedesca “mark” e significa segno o confine. È un cognome che si può trovare anche in Liguria. Secondo il filologo tedesco Gerhard Rohlfs, uno dei primi studiosi a dedicarsi alla ricerca etimologica dei cognomi italiani, potrebbe provenire dal nome Marlius, le cui primissime tracce si hanno solo nel 1700, con lo scrittore Marlius Pisanus.

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di Amazon Prime destinati agli studenti e ottieni uno sconto sull'abbonamento tramite LiveUniversity. Iscriviti ora e ottieni tre mesi gratis!

Origine incerta per Maugeri: si ipotizza che possa essere un’italianizzazione del cognome francese Mauger, cioè “padrone di una malga” o dal nome medievale Maugerius, risalente all’anno 1000. Primo nella diffusione a Nicolosi è Mazzaglia, la cui formazione è legata a un termine del latino tardo, “mateola”, che era una mazza da combattimento. Messina, come i cognomi Catania, Ragusa e Palermo, si rifà all’omonima città: questo toponimo, infatti, ha origini greche dal termine “messene”, che significa curva, ed è la forma della città di Messina.

Moschetto, cognome tipico della zona di Pedara, probabilmente è la traduzione italiana del termine siciliano “muschitta”, diminutivo di mosca, spesso usato come dispreggiativo. Si torna in ambito agricolo con Motta, che si riconduce alla parola tardo latina “mota”, usata per indicare la terra, da cui poi derivò anche la parola smottamento.

N: Nicolosi e Nicotra

Nicolosi è un altro cognome che deriva dal nome di un paese, in questo caso di Nicolosi, in provincia di Catania, anche se è uno dei cognomi più diffusi a 50km da quest’ultimo, cioè a Ramacca. Anche Nicotra lo è: l’antico capostipite di questa famiglia probabilmente era originario di Marina di Nicotera in provincia di Catanzaro o di Nicotera, quest’ultima, invece, in provincia di Vibo Valentia.

Cognomi più diffusi a Catania: dalla A alla L

Cognomi più diffusi a Catania: quali sono e da dove vengono (A-B)

Cognomi più diffusi a Catania: l’origine di Condorelli, Di Mauro e tutti gli altri

Cognomi più diffusi a Catania: da dove vengono Giuffrida, Grasso, Lombardo e tanti altri

A proposito dell'autore

Maria Regina Betti

Laureanda in Lettere Classiche, appassionata di luci rosse e di rullini, si dedica alla fotografia digitale, analogica e istantanea.