Attualità

Stelle cadenti, picco nelle prossime ore: i consigli per osservarle

stella cadente
Le stelle cadenti della notte di San Lorenzo non hanno concluso la loro corsa la notte del 10 agosto scorso. Infatti, lo sciame delle Perseidi continuerà ancora fino a oltre Ferragosto, permettendo così, in condizioni ottimali, di poterle osservare. Nelle prossime ore il picco.

La Notte di San Lorenzo “continua”. Lo scorso 10 agosto coloro che hanno atteso con il naso all’insù sono rimasti forse un po’ delusi, visto che le Perseidi non hanno offerto loro lo spettacolo migliore. Il picco è atteso, infatti, per il 12 agosto: le condizioni ottimali per vedere le stelle cadenti verranno raggiunte dalle 21:00 alle 24:00 di oggi.

Secondo ilMeteo.it, nella notte che sta per arrivare si potrebbero ammirare addirittura 100 meteore in un’ora.

Il picco

L’astrofisico Mauro Messerotti, dell’Università di Trieste e dell’istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf), ha spiegato che  “l’osservazione sarà favorita dall’assenza della luce della Luna crescente”.

Inoltre, le Perseidi “si osservano bene a occhio nudo – continua Messerotti –, cioè senza binocoli o telescopi, purché ci si trovi in una zona lontana il più possibile dalle luci delle città e l’orizzonte in direzione Nord-Est sia libero”.

Tuttavia si precisa che anche nella notte di Ferragosto, se le condizioni meteo lo consentiranno, potremmo assistere alle stelle cadenti.

Di fatto, nel periodo compreso tra il 25 luglio e il 16 agosto, secondo quanto riportato da ilMeteo.it, ci sarà il passaggio dello sciame meteorico delle Perseidi, quindi avremo ancora possibilità di ammirarle. Questo fenomeno avviene quando il nostro pianeta Terra, in rivoluzione, attraversa nubi di detriti e polveri lasciate dalle comete durante il loro tragitto intorno al Sole.

I consigli

Per poterle osservare però bisognerà stare in un luogo al buio, per evitare che l’inquinamento luminoso possa offuscare la luminosità del cielo. Bisognerà, dunque, scegliere un prato o una spiaggia in una zona fuori dalle luci cittadine e attendere di vedere attraversare l’arco celeste dalle scie luminose rilasciate dai corpi celesti in questione, che rendono l’idea della “cadute delle stelle”.