Attualità

Bonus cicogna 2021 da €500, pubblicato bando: a chi spetta

Bonus cicogna
Bonus Cicogna: nelle scorse ore è stato reso pubblico il relativo bando. Ma a chi spetta? Di seguito le informazioni in merito al beneficio da 500 euro.

Arriva il Bonus Cicogna. Un beneficio economico di 500 destinato ai più piccini ed erogato direttamente dall’Inps sulla base del reddito. Più nello specifico, il bonus in questione è destinato a un numero totale di 640 figli o orfani, nati o adottati nell’anno solare 2020.

Il bonus in questione in questione è rivolto ai figli di:

  • dipendenti del Gruppo Poste Italiane SpA;
  • dipendenti ex IPOST, sottoposti alla trattenuta mensile dello 0,40% (art. 3, legge del 27 marzo 1952 n. 208);
  • pensionati già dipendenti del Gruppo Poste Italiane SpA o già dipendenti ex IPOST.

Bonus Cicogna: come richiederlo

Per poter fare richiesta, secondo quanto scritto nel bando, bisognerà presentare domanda di partecipazione al concorso direttamente all’Inps dal 2 agosto al 30 ottobre, entro le ore 12:00. Per farlo è necessario collegarsi all’area riservata del sito internet ufficiale dell’ente tramite PIN dispositivo, SPID, Cie o Cns.

Potranno partecipare al concorso in questione i figli o orfani di chi può fare richiesta, e anche i figli adottati. In quest’ultimo caso sarà determinante il provvedimento dell’Autorità competete che abbia disposto l’adozione nel corso del 2020.

Verrà stilata una graduatoria sulla base del valore ISEE di riferimento. In caso di parità fra i partecipanti sarà scelto il figlio del titolare del diritto con maggiore anzianità di iscrizione alla Gestione Fondo IPOST. Inoltre, come specificato nel bando, l’INPS: “procederà altresì a informare ciascun richiedente, tramite SMS, della concessione del beneficio ovvero della non concessione tramite apposita comunicazione agli interessati visualizzabile nella propria area riservata”.

Nel caso in cui siano presenti più beneficiari appartenenti allo stesso nucleo familiare o appartenenti a nuclei familiari diversi, è necessario che il richiedente presenti una singola domanda per ciascuno di essi. Qualora entrambi i genitori abbiano diritto a presentare la domanda di partecipazione al concorso in qualità di titolari del diritto, l’Inps verificherà che il nominativo di ciascun beneficiario sia presente in una sola delle domande presentate. Qualora lo stesso nominativo compaia come beneficiario in entrambe le domande, sarà presa in considerazione la domanda con data di presentazione più recente.

 Ecobonus auto usate 2021: chi può richiedere incentivi