Lavoro, stage ed opportunità

Garanzia Giovani 2021, dai requisiti ai servizi disponibili: tutte le info utili

Garanzia Giovani 2021: anche per quest'anno, in Italia viene reiterato il programma anti disoccupazione giovanile. Cos'è, come funziona, quali requisiti vengono richiesti?

Garanzia Giovani 2021: la disoccupazione giovanile continua a crescere e l’Europa corre ai ripari. Una delle contromisure, atte ad aiutare gli under 30 a trovare un’occupazione, è senza dubbio il piano europeo Youth Guarantee. Ma come funziona? Quali sono i requisiti che vengono richiesti agli interessati? E quali servizi vengono offerti?

Garanzia Giovani 2021: cos’è e i requisiti richiesti in Italia

Ma cos’è la Garanzia Giovani, reiterata in Italia anche per quest’anno? Il programma europeo volto al contrasto della disoccupazione prevede che ogni Regione faccia sì che vengano offerti agli under 30 un percorso formativo, un’assunzione con apprendistato o un’offerta lavorativa tarata sulle competenze dei singoli candidati: l’obiettivo è risanare l’alto tasso di disoccupazione giovanile, in Italia giunto oltre la soglia del 25%.

Non sono molti i requisiti che vengono richiesti ai giovani interessati a prendere parte all’iniziativa europea: occorre solamente appartenere alla categoria NEET (Not in Education, Employment or Training), ovvero non essere impegnati in un percorso scolastico, non possedere un impiego e non formarsi.

Altro importante requisito richiesto dal programma UE è l’età: si accettano giovani dai 15 ai 29 anni, sebbene alcune attività siano previste anche per la fascia d’età 30-34 anni. Ultimo requisito richiesto, infine, è che ogni interessato sia cittadino europeo, o straniero extra UE con regolare soggiorno, e che risieda in Italia.

Garanzia Giovani 2021: i servizi offerti

Una volta completata la propria iscrizione sul portale dedicato, MyANPAL, agli interessati verranno offerti, a titolo gratuito, diversi servizi. Tra questi ricordiamo:

  • accoglienza: ogni Regione ha l’obbligo di riservare alcuni sportelli agli interessati al programma, per informarli sui servizi offerti, offrire loro opportunità lavorative o di formazione, infine spiegare l’avvio di un’impresa o la partecipazione al servizio civile;
  • orientamento: una volta raggiunti gli sportelli dedicati, gli interessati possono accedere a colloqui individuali con degli operatori designati. Insieme, si può avviare un percorso personalizzato, volto allo sfruttare le capacità del singolo candidato dallo studio al lavoro;
  • formazione: ai candidati potrebbero essere offerti dei percorsi formativi. Quelli previsti dalla Garanzia Giovani sono di due tipi: volti all’inserimento lavorativo (tra le 50 e le 200 ore) o volti all’inserimento nel sistema scolastico (per gli under 19 o per coloro i quali sono sprovvisti di diploma);
  • accompagnamento al lavoro: il percorso personalizzato cominciato con il colloquio individuale con uno degli operatori si snoda, in sinergia tra questi ultimi e i candidati, dalla ricerca del lavoro fino all’accompagnamento nel momento dell’inserimento;
  • apprendistato: la Garanzia Giovani permette di trovare anche offerte soggette all’apprendistato, dalla durata di almeno 6 mesi. Vi sono tre tipi di apprendistato: per la qualifica e il diploma professionale, per l’alta formazione e la ricerca, o professionalizzante/contratto di mestiere;
  • tirocini: oltre ai corsi di formazione e agli apprendistati, ai giovani possono, infine, essere offerti anche dei tirocini dalla durata di 6 mesi; in questi casi, viene riconosciuta un’indennità mensile di 500 euro.

Speciale Test Ammissione