Cronaca

Catania, violenza sessuale su 19enne: condannati i tre imputati

A Catania, nel 2019, violentarono sessualmente una giovane diciannovenne statunitense: oggi, per tre giovani, è scattata la condanna.

Oltre sette anni di carcere per ciascuno dei tre giovani accusati di violenza sessuale di gruppo.  È giunta oggi la sentenza del giudice dell’udienza preliminare Luigi Barone ma l’accaduto risale al 2019: nel marzo di quell’anno una giovane 19enne statunitense venne violentata e i tre, oggi condannati con rito abbreviato, vennero fermati dai Carabinieri nei giorni successivi.

Roberto Mirabella e Salvatore Castrogiovanni dovranno scontare sette anni e due mesi di carcere mentre per Agatino Valentino Spampinato sono previsti sette anni e 4 mesi.  Tuttavia, il pm Valentina Botti aveva chiesto una condanna a 8 anni per  Mirabella e  Castrogiovanni e a 9 anni e 4 mesi per Spampinato.

Il giudice ha, inoltre, riconosciuto anche un risarcimento danni per la vittima e alle altri parti civili: il Comune di Catania e le associazioni antiviolenza Galatea e Penelope.

Secondo le ultime indiscrezioni, su Agatino Valentino Spampinato attualmente ricade una doppia condanna. Di fatto, questo avrebbe violentato una seconda volta la giovane: lui stesso avrebbe raccontato l’episodio ma citandolo a discolpa e sostenendo che la 19enne fosse consenziente.

Secondo la ricostruzione della Procura, basata su indagini dei Carabinieri, all’epoca la giovane era stata prima avvicinata in una zona della movida di Catania e poi accompagnata dai tre indagati sul lungomare, dove avrebbe subito le violenze in auto.

Uno dei tre, inoltre, avrebbe girato un video con un telefonino che è entrato a fare parte integrante degli atti del processo.

Rimani aggiornato