Attualità

Coprifuoco posticipato e ristoranti all’aperto: le ipotesi sulle riaperture a maggio

sicilia zona gialla regole
Cresce il pressing delle Regioni per ammorbidire le restrizioni in modo da rendere maggio il mese della riapertura. Ecco le richieste che i Governatori faranno al Governo.

Oggi al tavolo della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome si discuterà sull’aggiornamento delle linee guida per la riapertura delle attività economiche, produttive e ricreative.

Anche domani, venerdì 16 aprile, nell’ambito della riunione della cabina di regia del Governo sulla situazione epidemiologica in Italia si dovrebbe affrontare la questione. Un altro tema al centro del dibattito sarà la possibilità di riapertura delle scuole durante le vacanze per offrire attività ludico-creative e culturali agli alunni.

Riaperture: le ipotesi in campo

Le Regioni hanno intenzione di proporre al governo la preparazione di un cronoprogramma delle riaperture di ristoranti, teatri, cinema, musei, palestre e di tutte le attività penalizzate dalle restrizioni. Ad affiancare questa richiesta c’è anche il sollecito di Draghi al Cts per predisporre protocolli per le attività che possono aprire prima di altre.

I governatori delle Regioni pressano, dunque, per rendere maggio il mese della riapertura ed avanzano alcune richieste. Si chiede, tra il resto, di lasciare i ristoranti aperti anche a cena, privilegiando gli spazi all’aperto. Inoltre, spunta l’ipotesi dello spostamento dell’orario di coprifuoco a mezzanotte.  Inoltre, molti punterebbero a rendere nuovamente possibili gli spostarsi tra Regioni e ad inserire le vaccinazioni tra i parametri da prendere in considerazione per predisporre la divisione in zone colorate.

Inoltre se i dati lo consentiranno si valuterà anche la ripresa della didattica al 100% per tutti gli studenti delle Superiori.

Va precisato, tuttavia, che al momento si tratta di pure ipotesi che dipenderanno dall’andamento della curva epidemiologica, oltre che dai dati della campagna vaccinale.

Lo stesso Ministro Speranza ha dichiarato: “Credo che sia sicuramente lecito aspettarsi delle riaperture per maggio ma verificheremo i dati giorno per giorno come è giusto. L’ipotesi di lavorare sull’aperto personalmente mi convince molto, i dati indicano che c’è minore possibilità di contagio e quindi la stagione che sta arrivando potrà aiutarci a recuperare alcune attività”.

Nuovo Dpcm, riapertura ristoranti all’aperto: la richiesta delle Regioni

Rimani aggiornato