News

Nuovo Dpcm dopo Pasqua: tutte le ipotesi in campo

nuovo dpcm
Si pensa già al nuovo Dpcm che sarà valido subito dopo Pasqua: riaperture graduali al vaglio e possibilità di didattica in presenza anche in zona rossa. Ecco tutte le ipotesi.

La curva dei contagi da coronavirus in Italia sembra in lieve flessione negli ultimi giorni, ma le vittime sono ancora tantissime – 551 in 24 ore – mai così tante dal 19 gennaio, quando furono 603. Il governo valuta cambiamenti graduali delle misure dopo Pasqua. Alcune regioni come la Lombardia e il Lazio, attualmente in zona rossa, sperano di diventare arancioni prima di Pasqua.


Sicilia “zona rossa” a Pasqua e Pasquetta: cosa si può fare e cosa no


Nuovo Dpcm: le possibili novità

Dovrebbe arrivare la prossima settimana il nuovo Dpcm che sarà valido subito dopo Pasqua. Tra i temi principali vi sono gli spostamenti tra regioni e l’istruzione. “La scuola sarà la prima a riaprire quando la situazione dei contagi lo permetterà. – Annunciava già il Premier Draghi – Riprendendo perlomeno la frequenza fino alla prima media”.

“Lavoriamo giorno e notte per poter riaprire le scuole partendo dai più piccoli, – dichiara il Ministro Patrizio Bianchi – che devono essere i primi a poter tornare in classe. Nella stessa direzione vanno le parole della ministra per le Pari opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti secondo cui occorre valutare la riapertura in zona rossa almeno della scuola d’infanzia e della primaria”. 

Il Cts rassicura anche su nessuna proroga del Dpcm in atto, visto che inizialmente era trapelata la notizia di proroga fino al 15 aprile. Nessuna decisione è stata assunta in questo momento, ci confronteremo nei prossimi giorni e prenderemo le decisioni. Oggi abbiamo analizzato la curva ma non abbiamo discusso di misure e non c’è alcuna decisione che va in questa direzione”, – ha dichiarato in serata il ministro della Salute alla trasmissione Cartabianca su Rai3.

Rimani aggiornato