Attualità

Vaccino Covid Sicilia: guida completa alla prenotazione

vaccino Covid Sicilia
Vaccino Covid Sicilia: sempre più persone potranno ricevere ben presto la propria dose. Tuttavia, occorrerà prima seguire dei semplici passaggi: ecco quali.

Il vaccino Covid Sicilia riguarda sempre più categorie. In primo luogo andrà ricordato che, dopo uno breve e relativo stop dovuto ad una sospensione “in via precauzionale”, AIFA e Ema hanno nuovamente permesso l’utilizzo del vaccino AstraZeneca. Dopo quest’ultima notizia, la campagna di vaccinazione all’interno dell’Isola sembra destinata ad accelerare.

Vaccino Covid Sicilia: a chi spetta attualmente?

In Sicilia, sono ormai numerosi i soggetti che, grazie ad una semplice prenotazione, possono ricevere la propria dose di vaccino. In particolare, dopo il personale sanitario, sociosanitario, i lavoratori che operano nell’ambito ospedaliero del Sistema sanitario regionale e gli ospiti ed operatori della residenza per anziani, le vaccinazioni sono attualmente aperte anche a :

  1. over 80;
  2.  soggetti di età compresa tra i 70 e i 79 anni;
  3.   personale scolastico;
  4. Forze dell’Ordine;
  5. soggetti estremamente “vulnerabili”.

Vaccino Covid Sicilia: per alcuni nuovi appuntamenti

Va esplicitato che la Sicilia ha aderito alla piattaforma di Poste Italiane con l’obiettivo di raccogliere le prenotazioni necessarie per la somministrazione del vaccino anti-Covid. Tuttavia, la Regione può contare anche su un proprio sistema di prenotazione, disponibile per mezzo del portale Costruire Salute.

Dopo il temporaneo blocco applicato al vaccino AstraZeneca, chi riceverà per primo la propria dose? Secondo le ultime indicazioni, la priorità spetterà proprio ai soggetti che avrebbero dovuto ricevere il vaccino nei giorni di stop (il 15, 16, 17 e 18 marzo). Questi ultimi conosceranno le date dei nuovi appuntamenti per mezzo di sms inviati ai numeri di telefono forniti durante la registrazione.

Prenotazioni per over 80 e fascia 70-79

I cittadini con età pari o superiore ad 80 anni (compresa tutta la classe 1941) possono prenotare il vaccino anti Covid-19 tramite i canali telematici o, come esplicitato all’interno del sito Costruire Salute, anche tramite Call Center telefonando al numero verde 800-009966 (attivo soltanto dal lunedì al venerdì dalle ore 09:00 alle 18:00).

Tre cose importanti non vanno dimenticate:

  1.  la prenotazione può essere effettuata anche dai familiari o assistenti, dotati della tessera sanitaria della persona che intende vaccinarsi;
  2. sarà possibile optare per la sede vaccinale più vicina, oltre che scegliere la data e l’orario preferiti;
  3. ai cittadini appartenenti a tale categoria ma non autosufficienti è riservato anche un servizio di vaccinazione a domicilio.

Lo stesso vale per i cittadini siciliani un po’ più giovani, in quanto rientranti della fascia d’età 70-79 anni ed a cui è riservata la somministrazione del vaccino AstraZeneca. Anche in questo caso, qualcun altro potrà prenotare per loro: tuttavia, occorrerà tessera sanitaria e codice fiscale del futuro vaccinato. Non cambia il numero verde relativo al Call Center riservato alle prenotazioni.

 Vaccino Covid, in Sicilia 20mila “vulnerabili” prenotati: per alcuni appuntamenti bloccati

Prenotazioni per il mondo della scuola

All’interno dello stesso sito Costruire Salute, si legge che anche “i cittadini che prestano servizio in tutte le scuole statali, paritarie, regionali, enti di formazione OIF, etc della Sicilia, inseriti negli elenchi forniti alla Regione Siciliana dai Ministeri competenti” a cui è rivolta la somministrazione del vaccino AstraZeneca, possono prenotare il vaccino anti Covid-19.

Le modalità e i canali di prenotazioni sono gli stessi di quelli riservati ad over 80 e uomini e donne di età compresa tra i 70 e i 79 anni.

Prenotazioni per gli estremamente vulnerabili

Infine, da poco le prenotazioni al vaccino Covid Sicilia sono state estese anche ai cittadini siciliani dai 16 anni in su considerati soggetti estremamente vulnerabili.  Di chi parliamo nello specifico? Si fa riferimento a:

  • pazienti in trattamento con farmaci biologici o terapie immunodepressive;
  • pazienti con grave compromissione polmonare o marcata immunodeficienza;
  • pazienti con immunodepressione secondaria a trattamento terapeutico;
  • pazienti oncologici e oncoematologici in trattamento con farmaci immunosoppressivi, mielosoppressivi o a meno di sei mesi dalla sospensione delle cure;
  • pazienti in lista d’attesa o trapiantati di organo solido;
  • pazienti in attesa o sottoposti a trapianto di cellule staminali emopoietiche dopo i tre mesi e fino ad un anno;
  • pazienti trapiantati di cellule staminali emopoietiche anche dopo il primo anno, nel caso che abbiano sviluppato una malattia del trapianto contro l’ospite cronica, in terapia immunosoppressiva

Rappresenta, tuttavia, una novità un preciso dettaglio: anche i conviventi de soggetti rientranti in quest’ultima categoria potranno ricevere la dose di vaccino.

Inoltre, tutti i soggetti estremamente vulnerabili che, per una qualsiasi ragione, non riescono ad effettuare la prenotazione mediante i canali messi a disposizione possono scrivere una email alla propria Asp territorialmente competente.

E se si tratta di minori estremamente vulnerabili non vaccinabili a causa di vaccini indicati per la loro fascia di età? In quel caso, saranno i genitori, tutori o affidatari ad essere vaccinati, ma non prima di aver inviato un’autocertificazione del proprio status agli indirizzi di posta già citati.

 Catania, vaccino per i conviventi di pazienti vulnerabili: come prenotarsi

 

 

A proposito dell'autore

Marzia Gazzo

Marzia Gazzo nasce a Catania il 6 giugno 1998. Laureata in Lettere Moderne, collabora con la testata LiveUnict da maggio 2018. Da dicembre 2020 è coordinatrice della redazione. Ama leggere belle parole, ascoltare voci, raccontare storie.