Attualità

Covid, nove zone rosse in Sicilia: a rischio un altro comune

sicilia zone rosse
Aumentano i casi in Sicilia tanto da spingere nove comuni, di diverse provincie, a dichiarare la zona rossa. Resta aperto il nodo Sciacca che desta preoccupazione dato l'aumento del numero dei contagi.

L’Italia si è preparata alle vacanze pasquali con misure più restrittive su tutto il territorio. In pratica, gran parte dell’Italia è passata da arancione a rosso, mentre la Sicilia è passata da giallo ad arancione. L’unica regione a mantenere un Rt così basso da non subire mutazioni è stata la Sardegna, che rimane dunque zona bianca. Nelle regioni, in base ai diversi colori, scattano le relative restrizioni.

Proprio in vista delle nuove misure paventate dal Governo Draghi, il Presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci si era detto contrario, ma ad oggi purtroppo la situazione in Sicilia è in evoluzione e molti comuni sono stati costretti a dichiarare la zona rossa, proprio a causa dei contagi in rapido aumento.

Le zone rosse in Sicilia

Attualmente, le zone rosse dichiarate in Sicilia e ratificate dal Governo Musumeci sono ben nove: Scicli in provincia di Ragusa, Caltavuturo nel palermitano, Altavilla Milicia e San Mauro Castelverde in provincia di Palermo, Montedoro nel nisseno, Portopaolo di Capo Passero nel siracusano e Raffadali nell’agrigentino; a questi si aggiungono le recenti città di Caltanissetta e Palma di Montechiaro in provincia di Agrigento.

Le ordinanze hanno tempistiche diverse di scadenza, sulla base di quando è stata dichiarata la zona rossa nel comune di riferimento. Tuttavia possiamo dire che le norme hanno un valore di 14 giorni (salvo eventuali proroghe) e dunque per il mese di marzo questi comuni sicuramente dovranno attenersi ad un rigido confinamento.

Sciacca: rischio zona rossa?

Un altro paese in provincia di Agrigento desta preoccupazioni in questi giorni. Si tratta di Sciacca, dove il virus circola anche fra i minori. Fra le persone che avrebbero contratto il virus ci sarebbero due giovanissimi di 15 e 12 anni. I casi totali aggiornati a ieri sono 116, e quindi potrebbe scattare la zona rossa anche in questo comune dell’agrigentino lì dove la situazione dovesse peggiorare.