Università di Catania

UNICT – Informatica conquista primo posto del ranking Education Around 2021

Dipartimento informatica
Unict conquista il primo posto del ranking Education Around grazie al lavoro svolto dai docenti del corso di studio triennale in Informatica. Il presidente del corso di laurea, professore Filippo Stanco, si dice entusiasta dell'obiettivo raggiunto.

Ottime notizie per l’Università degli Studi di Catania. Il corso di laurea triennale in Informatica ha conquistato la vetta del ranking Education Around per l’edizione 2021. Il magazine specializzato in istruzione e università ha analizzato oltre 20mila dati su 290mila laureati e preso in considerazione 63 università statali per stilare 56 classifiche suddivise in cinque distinte aree disciplinari (scienze sociali, scienze naturali, scienze comportamentali, discipline umanistiche, scienze formali e applicate).

Proprio per la categoria relativa all’Informatica l’ente ha premiato il corso di laurea triennale etneo presieduto dal prof. Filippo Stanco del Dipartimento di Matematica e Informatica. Il primo posto è stato guadagnato dall’Ateneo di Catania grazie alle ottime prospettive occupazionali del corso di laurea, all’alto tasso di studenti che svolge periodi di studi all’estero e alla buona esperienza da parte degli studenti.

Per stilare il ranking, sulla base dei dati AlmaLaurea relativi ai laureati del 2019, sono stati utilizzati i gruppi di criteri relativi a prospettive occupazionali (30%), all’esperienza degli studenti (27%), all’internazionalizzazione (20%), agli alumni network (13%) e ai tirocini (10%).

Sono molto contento di questo risultato che premia il lavoro di squadra dei docenti del corso di laurea in Informatica che proprio quest’anno compie 30 anni – spiega soddisfatto il prof. Filippo Stanco –. Il corso di laurea è ormai una realtà consolidata non solo nel campo della didattica, ma anche della ricerca. La varietà dell’offerta formativa lo rende appetibile ben oltre il normale bacino di utenza.

In questo anno accademico abbiamo, inoltre, registrato il record di immatricolazioni risultando tra i più richiesti tra quelli a numero non programmato con un +40% rispetto allo scorso anno accademico – aggiunge soddisfatto il docente –. La nostra offerta formativa è costantemente aggiornata e riorganizzata in modo da permettere ai nostri studenti di procedere senza traumi. Certo abbiamo ancora altre sfide che ci attendono, ma siamo certi di poter soddisfare al meglio le aspettative dei nostri studenti.

Analizzando i dati si evince che nel 2019, anno di riferimento dell’analisi, si ha lo 0% di disoccupati ed, inoltre, si ha un elevato indice di gradimento tra i laureati in Informatica che evidenziano come le conoscenze acquisite siano state molto utili per la loro professione – continua il presidente del corso di laurea –. Si evince anche la tendenza in aumento a svolgere esperienze all’estero e anche una frequentazione più assidua della struttura da parte di tutti i partecipanti prima della pandemia. Il Covid ci ha costretti a erogare una didattica differente, ma la nostra risposta è stata immediata e soddisfacente. Il nostro corso di laurea è stato tra i primi ad avviare la didattica mista e a fornire servizi a distanza molto apprezzati anche dai fuori sede o dagli studenti lavoratori. Speriamo che questo sforzo del nostro ateneo venga premiato anche nelle prossime classifiche”.

Nelle altre classifiche spicca il settimo posto del corso di laurea magistrale in “Comunicazione della cultura e dello spettacolo” del Dipartimento di Scienze umanistiche grazie alla buona esperienza da parte degli studenti. Decima posizione, invece, per il corso di laurea triennale in “Sociologia e servizio sociale” del Dipartimento di Scienze politiche e sociali grazie al punteggio ottenuto con i tirocini esterni.

Rimani aggiornato