Università in pillole

Bonus INPS per studenti universitari: al via le domande

bonus inps universitari
Arriva il bonus INPS per gli universitari figli dei dipendenti pubblici: rimborsi fino a 2.000 euro. Si aprono oggi le domande per richiedere l'indennizzo.


A partire da oggi, 27 gennaio 2021, si aprono le domande per richiedere il bonus INPS per studenti universitari. Si potranno ricevere fino a 2.000 euro come rimborso delle spese universitarie sostenute per l’anno accedemmo 2018/2019. Negli scorsi giorni, infatti, l’INPS aveva pubblicato un apposito bando per l’elargizione di borse di studio di diverso valore e di differenti tipologie, da distribuire agli studenti italiani.

Da oggi, quindi, chi ne avrà diritto, potrà richiede l’incentivo indipendentemente dal proprio reddito ISEE. Ecco tutti i dettagli.

Borse INPS università 2021: chi può richiederle

Il bando, pubblicato sul sito istituzionale dell’INPS, è riservato agli studenti figli di iscritti alle specifiche gestioni INPS che soddisfano i requisiti di seguito elencati. Gli universitari e i corsisti post laurea devono risultare figli, orfani o equiparati dei soggetti seguenti:

  • iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali;
  • pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici;
  • iscritti alla Gestione Assistenza Magistrale;
  • iscritti al Fondo ex IPOST

Bonus INPS 2018-2019: requisiti generici

L’INPS richiede, inoltre, ulteriori requisiti di carattere più generico per usufruire del sussidio offerto:

  • non aver compiuto 32 anni alla data di scadenza del bando;
  • non aver già fruito, per l’anno accademico 2018-2019, di altri rimborsi analoghi erogati dall’Istituto, dallo Stato, dagli Enti regionali per il diritto allo studio universitario o da altre Istituzioni pubbliche o private di valore superiore al 50% dell’importo della borsa di studio messa a concorso;
  • non aver vinto il bando INPS Collegi Universitari per l’anno accademico 2018-2019.

Borse di studio INPS: i requisiti curricolari richiesti

Per avere diritto alle borse di studio disposte dall’Inps, il candidato, iscritto ad Università, a Conservatori, a Istituti musicali e ad Accademie di Belle Arti, deve inoltre possedere specifici requisiti curricolari, inerenti, cioè, alla propria carriera didattica:

  • Bisogna aver conseguito tutti i crediti previsti per l’anno accademico preso in considerazione e aver raggiunto una media di almeno 24/30  per ricevere un rimborso fino ai 2.000 euro;
  • Per i corsi post laurea la valutazione complessiva non deve essere inferiore a 92/100 per ricevere un rimborso fino ai 1.000 euro.

Assegnazione del bonus: graduatoria ISEE

Per assegnare il bonus INPS, si attribuiranno dei punteggi sulla base della fascia di reddito del cittadino richiedente: si va da una valutazione di 2 punti per un ISEE superiore a 40mila euro fino a una di 14 punti per chi presenta un ISEE inferiore agli 8.000 euro. Verrà poi stilata una graduatoria dei pretendenti sommando il punteggio ISEE con la media ponderata dei voti ottenuti durante l’anno accademico 2018/19. Per quanto riguarda invece i corsi post laurea verrà calcolato il voto di laurea conseguito.

Borse INPS Universitari 2021: come presentare la domanda

Le domande per usufruire della borsa di studio dovranno essere presentate a partire dalle ore 12:00 di oggi, fino all’1 marzo 2021. Prima di presentare la domanda, da consegnarsi esclusivamente per via telematica, è opportuno iscriversi alla banca dati INPS: il modulo d’iscrizione è scaricabile direttamente dal sito istituzionale INPS; una volta compilato, deve essere poi presentato dal richiedente alla Sede Provinciale INPS competente per territorio.

La procedura richiederà l’accesso all’area riservata mediante codice fiscale e PIN oppure uno dei servizi SPIDCIECNS. Una volta effettuato l’accesso, il sistema guiderà passo passo il richiedente nella compilazione della domanda.

Rimani aggiornato