Catania

Covid, oltre 300 positivi a Misterbianco e Adrano: i contagi nei paesi etnei

castello di Adrano
Crescono i contagi a Catania e provincia. Ecco gli ultimi aggiornamenti sui casi covid nei paesi etnei.

Nei giorni scorsi in Sicilia è stato record di nuovi contagi e la situazione non accenna a migliorare. Il tasso di positività è del 18,6% e, tra le province, Catania risulta essere la più colpita con 557 contagi. Ecco, nel dettaglio, l’andamento dei contagi nei vari comuni dell’hinterland catanese.

Adrano

Il sindaco Angelo D’Agate ha comunicato sui suoi canali social un incremento del numero di contagi all’interno del Comune. In particolare, nella giornata di ieri si sono registrati 45 nuovi casi che portano il numero totale a 347. Di questi, 9 sono in ospedale e 843 in quarantena.

Tenuto conto che le scuole sono chiuse, se continuiamo con questo ritmo andremo incontro ad ulteriori restrizioni che non faranno del bene alla nostra città. Invito, quindi, tutti i cittadini di Adrano a tenere dei comportamenti più sobri e responsabili, anche nelle occasioni private, per il bene di se stessi e degli altri.“, ha aggiunto il sindaco.

Belpasso

 Il sindaco Daniele Motta comunica su Facebook 13 nuovi contagi, 6 guariti e il decesso di un anziano.

Misterbianco

In base alla situazione aggiornata al 12 gennaio i soggetti attualmente positivi nel Comune sono complessivamente 351, di cui 22 ospedalizzati e 329 a domicilio.

Paternò

Il Comune ha comunicato che il numero di casi accertati risulta essere di 280, di cui 17 ospedalizzati. I soggetti in isolamento domiciliare sono, invece, 1632.

Zafferana Etnea

57 il numero dei positivi di cui 4 in ospedale. 2 i decessi.Ad oggi, per fermare il trend in aumento dei contagi, l’unico modo che abbiamo è quello di avere e mantenere comportamenti prudenti, consapevoli che i nostri modi di agire assumono rilevanza pubblica. È bene sottolineare che la superficialità di taluni, non solo è poco rispettosa del sacrificio dei tanti che hanno dimostrato grande senso civico, ma, cosa ancor più grave, può essere fonte di ‘pericolo’ per noi tutti.“, affermano dalla pagina Facebook del Comune.

 

Rimani aggiornato