Catania

Minaccia con coltello ex moglie e figlia: fermato 62enne nel Catanese

Ad Adrano, da tempo un uomo perseguitava e minacciava l'ex moglie e la figlia. Per lui è stato disposto il divieto di avvicinamento.

Gli agenti del commissariato di Pubblica Sicurezza di Adrano (CT) hanno emesso l’ordinanza che dispone  l’applicazione della misura cautelare del divieto, per un 62enne adranitadi avvicinamento alla ex moglie e alla figlia e ai luoghi abitualmente frequentati dalle stesse.

Nello specifico, i poliziotti hanno posto fine a una vicenda di atti persecutori che l’uomo da diverso tempo mostrava nei confronti delle parti offese. Quest’ultimo è stato anche sorpreso a lanciare sassi contro la finestra dell’ex moglie.

La donna ha dichiarato che l’ex marito si era presentato sotto la propria abitazione con l’intento di riallacciare i rapporti con lei e i suoi figli.

Di fronte al rifiuto opposto dalla ex moglie, l’uomo ha inveito contro di lei e la loro figlia, minacciandole e lanciando, appunto, un sasso contro la loro abitazione. Inoltre ha detto anche di possedere anche un coltello, possibile oggetto da utilizzare per poterle aggredire.

Gli agenti hanno sequestrato un coltello di lunghezza pari a oltre 21 centimetri avente una lama lunga 11 centimetri. Grazie alla denuncia dell’ex moglie, gli investigatori hanno potuto raccogliere tutti gli elementi necessari per porre fine al dramma vissuto in questi anni.

Una volta separatosi da quest’ultima, di fatto, l’uomo ha iniziato a mettere in atto nei suoi confronti una serie di atti persecutori, mossi dall’intenzione di potersi riconciliare con essa.

Tali comportamenti avevano addirittura la donna a trasferirsi per un certo periodo di tempo in una località del nord Italia. Una volta ritornata ad Adrano, l’indagato si è recato nell’abitazione dalla donna e ha cominciato a perseguitarla. Oltre alla denuncia sono state raccolte immagini e informazioni dai testimoni che hanno permesso agli investigatori di ricostruire l’intera vicenda. L’uomo adesso è a disposizione dellautorità giudiziaria.

Rimani aggiornato