Lavoro, stage ed opportunità

Concorso Agenzia delle Dogane: si cercano laureati e diplomati

concorso agenzia delle dogane
Moltissime le figure richieste: dagli architetti, ai chimici, agli esperti informatici. L'Agenzia delle Dogane ha messo a disposizione 1226 posti per nuove assunzioni. Prorogati al 2021 i termini di scadenza dei due bandi di concorso.

Buone notizie per chi cerca lavoro in Italia: l’Agenzia delle Dogane ha messo a disposizione 1226 posti  e per i quali sono stati prorogati i termini di scadenza per la presentazione delle domande.

Sul sito dell’ente gestore del sistema doganale italiano sono stati pubblicati due differenti bandi di concorso: uno per l’assunzione di 766 funzionari (terza area, fascia distributiva F1) e un altro per l’assunzione di 460 amministrativi (fascia retributiva F3).

I concorsi sono rivolti a laureati e diplomati che saranno assunti con contratti di lavoro a tempo indeterminato e pieno.

Tra le figure professionali richieste ci sono vari profili:

  • esperti in relazioni internazionali, per le attività di analisi, controllo e antifrode;
  • ingegneri;
  • esperti amministrativi e contabili, per potenziare le attività ispettive e di accertamento;
  • chimici;
  • esperti in analisi quantitative statistico matematiche e gestione dati;
  • esperti informatici;
  • analisti dei mercati finanziari;
  • esperti per uffici legali e contenzioso;
  • assistenti per le attività di accertamento sulle accise;
  • interpreti;
  • architetti.

I nuovi bandi serviranno a selezionare candidati da assumere per potenziare gli organici dell’ente, consentendo anche l’inserimento di nuove figure necessarie per far fronte all’aumento delle attività dell’Agenzia connesso alla gestione dell’emergenza epidemiologica. Ragion per cui sono stati prorogati i termini di scadenza per la presentazione delle domande di ammissione (prima fissati per il 5 novembre, poi per il 7 dicembre) a giorno 11 gennaio 2021.

Le domande di ammissione dovranno essere presentate esclusivamente in formato digitale cliccando sul bando di proprio interesse e seguendo le indicazioni per la compilazione del foglio di domanda.

In base al numero delle domande di partecipazione si valuterà se effettuare una prova selettiva, unica per entrambi i bandi di concorso, che consisterà in un test a risposta multipla. I concorsi prevedono poi una prova scritta (elaborato a contenuto teorico-pratico) e una prova orale. Gli esami dovrebbero svolgersi nella prima metà del 2021.

I candidati che hanno già inoltrato la domanda di partecipazione non sono tenuti a reiterarne la presentazione, a meno che non vogliano presentare la candidatura per un concorso diverso da quello scelto in precedenza. In quel caso, verrà ritenuta valida e pertanto presa in considerazione solo l’ultima domanda pervenuta in ordine di tempo.

Rimani aggiornato