Attualità

Coronavirus in Italia, il bollettino: 9 regioni e PA cambiano colore

Cure domiciliari Coronavirus
Foto di repertorio.
Coronavirus in Italia, i dati commentati del bollettino di oggi, 4 dicembre, e le regioni che cambiano colore nell'ordinanza del ministro della Salute Speranza.

Leggero aumento dei casi di Coronavirus rispetto a ieri, malgrado i 15 mila tamponi in meno. Nella giornata di oggi, il bollettino del Ministero della Salute constata la presenza di 24.099 nuovi contagi. Rimane confermato, tuttavia, il trend di discesa dell’indice Rt, pari a 0,91 a livello nazionale e superiore alla soglia di allerta solo in 5 regioni.

Nelle regioni, gli incrementi maggiori di nuovi casi si registrano in Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna. Le tre regioni sommano da sole oltre 10 mila nuovi casi. Diverso il caso degli ingressi in ospedali. Qui la nota lieta è per la Campania, che malgrado gli oltre 1000 casi positivi registra 0 ingressi nei nosocomi. Situazione preoccupante in Puglia, che con 42 nuovi ingressi supera le altre due regioni con maggior numero di nuovi ricoveri, Lombardia (36) e Veneto (22). In totale, in Italia i nuovi ingressi negli ospedali sono 201. Scende il numero dei ricoverati con sintomi, che dai 31.772 di ieri passa ai 31.200 di oggi (-572). Il numero degli attualmente positivi scende di 2.280 unità (sono 757.702), mentre i guariti arrivano a un totale di 872.385 (+25.576). Rimane preoccupante il numero di decessi: 814 in un giorno, di cui 49 in Sicilia.

Quali regioni cambiano colore nella prossima ordinanza

Nella nuova ordinanza a firma del ministro Speranza in arrivo oggi, tre regioni e PPAA cambiano colore e passano da rosse ad arancioni. Si tratta di Campania, Toscana, Valle D’Aosta e la Provincia Autonoma di Bolzano. Inoltre, le Regioni Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Puglia e Umbria passano da area arancione ad area gialla. Rimangono immutate le altre.

L’Iss certifica un rischio alto per Puglia e Sardegna, mentre la Calabria viene definita come “non valutabile” e quindi il rischio contagi rimane alto, mentre secondo l’Iss Basilicata e Campania si collocano nella fascia di rischio basso. Tutte le altre, invece, sarebbero ancora nella fascia alta di rischio.


Coronavirus in Italia: il bollettino di oggi

Speciale Test Ammissione