Altro

Bonus bici, ripartono i rimborsi: le ultime novità

bonus bici
Si è tanto discusso nei mesi passati dell'attivazione di un bonus bici e di come richiederlo: ecco quali sono le ultime novità in merito.

Tra le varie misure di supporto economico che sono state studiate dal Governo nel corso di quest’anno, caratterizzato dall’emergenza prima sanitaria e poi anche economica legata al Coronavirus, è presente anche il bonus bici. Si tratta della possibilità di utilizzare voucher e rimborsi sull’acquisto di mezzi di trasporto come biciclette e monopattini. La misura è stata avviata già alla fine dell’estate, ma il processo ha riscontrato qualche intoppo e la procedura si è dovuta fermare, con grande dispiacere di tutti gli interessati, che si sono dimostrati essere davvero numerosi in tutto il territorio nazionale. Ecco dunque le ultime novità in merito alla questione del bonus bici.

Bonus bici: i problemi tecnici

Come dichiarato dal ministro dell’Ambiente Costa a Open, il problema dello stop all’erogazione del bonus bici è stato prevalentemente tecnico. Il sistema è infatti andato in tilt subito dopo il click day di ieri, 4 novembre. Nel corso della giornata, i problemi tecnici sono stati diversi tra i malfunzionamenti del portale, a quelli legati allo SpidPoste. Secondo quanto riportato, in 24 ore sono stati richiesti 99 milioni in rimborsi e 116 milioni in voucher e i fondi si sono esauriti, dimostrando ancora una volta il grande successo riscosso dal bonus.

Bonus bici: la ripartenza

Tuttavia, si è già pronti per riproporre il bonus al popolo italiano. Il ministro ha infatti dichiarato che il portale sarà riaperto per un mese, dal 9 novembre al 9 dicembre, permettendo così di richiedere il rimborso o il voucher senza gli inconvenienti causati da un click day. Si ricorda che potranno richiedere il bonus solo coloro i quali hanno compiuto l’acquisto tra il 4 maggio e il 3 novembre 2020. Per quanto riguarda le tempistiche del rimborso, bisognerà aspettare tra gennaio e febbraio 2021.

Un problema che si sta però verificando è quello dei furbetti del bonus biciclette, vale a dire coloro i quali vendono i voucher online. Su questa situazione sono già al lavoro le forze della Guardia di Finanza, pronti a stanare le persone che tenteranno di lucrare su questa situazione.

Università di Catania