Lavoro, stage ed opportunità

Concorso Banca d’Italia: un nuovo bando per laureati

La sede della Banca d'Italia, Palazzo Koch, oggi 21 ottobre a Roma. ANSA/ALESSANDRO DI MEO
La Banca d'Italia indice due concorsi pubblici per l'assunzione a tempo indeterminato di esperti laureati in ingegneria ed esperti laureati con propensione per le discipline statistiche. Di seguito tutti i dettagli.

La Banca d’Italia indice i seguenti concorsi pubblici per l’assunzione a tempo indeterminato di:

  • 25 esperti laureati in ingegneria con conoscenze nella gestione aziendale e nei sistemi informativi;
  • 5 esperti laureati con orientamento nelle discipline statistiche.

Banca d’Italia: requisiti generici

I candidati che intendono partecipare al concorso devono essere in possesso dei requisiti generici qui riportati:

  • Cittadinanza italiana o di uno Stato dell’Unione Europea o di altre categorie previste dal bando;
  • Età non inferiore agli anni 18;
  • Idoneità fisica alle mansioni;
  • Godimento dei diritti civili e politici;
  • Non aver tenuto comportamenti incompatibili con le funzioni da svolgere nell’Istituto.

Banca d’Italia: esperti ingegneria

In base alla posizione per la quale ci si candida è richiesto il possesso di specifici titoli di studio. Per quanto riguarda gli esperti laureati in ingegneria, le lauree contemplate sono:

  • Laurea magistrale o specialistica conseguita con un punteggio di almeno 105/110 o votazione equivalente in ingegneria gestionale (LM-31 o 34/S); modellistica matematicofisica per l’ingegneria (LM-44 o 50/S);
  • Ulteriore titolo di laurea, anche di “vecchio ordinamento”, equiparato per legge a uno dei suddetti titoli.

Banca d’Italia: esperti statistici

Per esperti laureati con propensione verso le discipline statistiche i titoli di studio richiesti sono i seguenti:

  • Laurea magistrale o specialistica, conseguita con un punteggio di almeno 105/110 o votazione equivalente in statistica economica, finanziaria ed attuariale (91/S); scienze statistiche (LM-82); scienze statistiche attuariali e finanziarie (LM-83); matematica (LM-40 o45/S); fisica (LM-17 o 20/S);
  • Ulteriore titolo di laurea, anche di “vecchio ordinamento”, equiparata per legge a uno dei suddetti titoli.

Banca d’Italia: la selezione

È previsto l’espletamento di due prove d’esame, scritto e orale.

La prova scritta prevede lo svolgimento di  quattro quesiti a risposta sintetica e di un breve elaborato in lingua inglese. I quesiti verteranno su: strategia e gestione aziendale; business process management e project management; matematica e ingegneria finanziaria, ICT e sistemi informativi.

La prova orale verterà su elementi di economia e legislazione degli intermediari finanziari, elementi di legislazione bancaria e finanziaria, elementi di vigilanza sul sistema bancario e finanziario. L’argomento della  tesi  di  laurea e le eventuali esperienze professionali maturate potranno formare oggetto della prova orale.

Banca d’Italia: domanda di partecipazione

Le domande si potranno presentare per via esclusivamente telematica entro le ore 16:00 del 25 ottobre 2020.