Scuola

Inizio scuola in Sicilia: ecco tutte le misure per docenti e studenti

L'Ufficio Scolastico Regionale Sicilia ha pubblicato le linee guida per la riapertura delle scuole in sicurezza. Ecco le principali indicazioni.

Tra pochi giorni le aule scolastiche torneranno ad accogliere gli studenti, ma una buona dose di confusione regna ancora tra docenti e studenti. L’Ufficio Scolastico Regionale della Sicilia ha, quindi, pubblicato le indicazioni per la riapertura in sicurezza delle scuole, specificando le misure da seguire e i dettagli organizzativi. Vediamo, dunque, le indicazioni principali.

Indicazioni generali per l’ingresso a scuola

Tra le misure organizzative generali per la prevenzione del contagio da COVID-19, il distanziamento fisico rappresenta l’aspetto fondamentale. Per l’ingresso e l’uscita da scuola sarà opportuno suddividere gli studenti in sottogruppi con orari scaglionati, rendendo disponibili, dove possibile, vie di accesso e di uscita distinte.

L’ingresso a scuola sarà consentito a docenti e studenti, che dovranno, tuttavia, rispettare alcune indicazioni e rispettare le seguenti condizioni:

  • Bisognerà non presentare sintomatologia respiratoria e la temperatura corporea dovrà restare sotto i 37.5° (anche nei tre giorni precedenti);
  • non essere stati in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni;
  • non essere stati a contatto con persone positive negli ultimi 14 giorni;
  • non aver viaggiato in zone a rischio contagio negli ultimi 14 giorni.

Uso della mascherina

Rispetto all’uso delle mascherine chirurgiche in ambito scolastico sarà differenziato per fasce di età:

  • fra 6 e 11 anni: uso condizionato alla situazione epidemiologica locale, prestando comunque attenzione al contesto socio-culturale e alla compliance del bambino nell’utilizzo della mascherina chirurgica e il suo impatto sulle capacità di apprendimento.
  • dai 12 anni in poi: uso come per gli adulti.

Nel vademecum dell’Ufficio Scolastico Regionale della Sicilia, sempre in merito all’uso della mascherina, si specifica che:

  • nell’ambito della scuola primaria, per favorire l’apprendimento e lo sviluppo relazionale, la mascherina chirurgica può essere rimossa in condizione di staticità, con il rispetto della distanza di almeno un metro e l’assenza di situazioni che prevedano la possibilità di aerosolizzazione;
  • nella scuola secondaria, anche considerando una trasmissibilità analoga a quella degli adulti, la mascherina chirurgica può essere rimossa in condizione di staticità, con il rispetto della distanza di almeno un metro, l’assenza di situazioni che prevedano la possibilità di aerosolizzazione e in situazione epidemiologica di bassa circolazione virale come definita dalla autorità sanitaria.

Misurazione temperatura

All’ingresso della scuola non sarà di norma necessaria la rilevazione della temperatura corporea, facendo appello alla sociale di alunni e famiglie richiamata nel “patto di corresponsabilità” che sottoscriveranno con la scuola, ma chiunque presenti sintomatologia respiratoria o temperatura corporea superiore a 37.5°C dovrà restare a casa. Si procederà anche a formare tutto il personale su come riconoscere i sintomi parainfluenzali o respiratori.

Autocertificazione per personale scolastico e studenti

Prima dell’inizio dell’anno scolastico tutto il personale scolastico e gli studenti dovranno presentare alla scuola un’autocertificazione che attesti di non essere persona “potenzialmente” affetta da COVID 19. Il dirigente scolastico potrà valutare anche l’opportunità di far ripresentare tale autocertificazione ad intervalli regolari.


Qui è possibile leggere il testo completo dell’USR Sicilia.