Altro

Bonus Inps 1000 euro: a chi spetta

inps bonus covid
Arriva il nuovo Bonus Inps da mille euro, il quale però non sarà esteso a tutti. Ecco chi potrà richiederlo.

L’Inps (Istituto nazionale della previdenza sociale) ha dato le prime direttive sull’arrivo del prossimo bonus da mille euro: l’indennità rivolta ai lavoratori e previsto dal decreto legge di agosto. All’interno del dl troviamo le misure per il sostegno e il rilancio economico, soprattutto per le categorie di lavoratori che hanno sofferto la quarantena.

Bonus Inps: ecco i beneficiari

Chi potrà usufruire del nuovo Bonus Inps di mille euro? Come si legge nel documento rilasciato dall’Istituto nazionale della previdenza sociale: “L’articolo 9, comma 1, del decreto in argomento prevede una indennità onnicomprensiva a favore dei lavoratori dipendenti stagionali del settore turismo e degli stabilimenti termali che hanno cessato involontariamente il rapporto di lavoro nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 17 marzo 2020, non titolari di pensione, né di rapporto di lavoro dipendente né di NASpI, alla data del 15 agosto 2020, di entrata in vigore del decreto-legge n. 104 del 2020. Detta indennità è pari a complessivi 1.000 euro“.

Continua la nota dell’Inps: “La medesima indennità, ai sensi del citato articolo 9, comma 1, è riconosciuta a favore dei lavoratori in somministrazione, impiegati presso imprese utilizzatrici operanti nel settore del turismo e degli stabilimenti termali, che abbiano cessato involontariamente il rapporto di lavoro nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 17 marzo 2020, non titolari di pensione, né di rapporto di lavoro dipendente né di NASpI, alla data di entrata in vigore del decreto-legge in oggetto, ossia il 15 agosto 2020“.

Il Bonus Inps sarà inoltre usufruibile da altre categorie, quali: lavoratori dipendenti stagionali appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali; lavoratori intermittenti; lavoratori autonomi occasionali; lavoratori incaricati alle vendite a domicilio.

Sempre la nota dell’Istituto afferma che l’indennità sarà percepibile anche da altre due categorie. Infatti: “L’articolo 9 del decreto-legge n. 104 del 2020, al comma 4 prevede un’indennità onnicomprensiva di importo pari a 1.000 euro a favore dei lavoratori iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo che possono fare valere i requisiti di cui all’articolo 38 del decreto Cura Italia; la medesima indennità è riconosciuta a favore dei lavoratori iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo che possono fare valere almeno sette contributi giornalieri versati nel 2019, da cui deriva un reddito nel medesimo anno 2019 non superiore a 35.000 euro“.

Continua la nota sul Bonus Inps: “Il comma 5 dell’articolo 9 del decreto-legge n. 104 del 2020 prevede un’indennità onnicomprensiva di importo pari a 1.000 euro a favore dei lavoratori a tempo determinato dei settori del turismo e degli stabilimenti termali che possono fare valere congiuntamente i seguenti requisiti:

  • titolarità nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 17 marzo 2020 di uno o più contratti di lavoro a tempo determinato nel settore del turismo e degli stabilimenti termali di durata complessiva pari ad almeno trenta giornate;
  • titolarità nell’anno 2018 di uno o più contratti di lavoro a tempo determinato o stagionale nel settore del turismo e degli stabilimenti termali di durata complessiva pari ad almeno trenta giornate;
  • assenza di titolarità – alla data del 15 agosto 2020, di entrata in vigore del decreto-legge n. 104 del 2020 – di pensione e di rapporto di lavoro dipendente“.

Come richiedere il Bonus Inps di mille euro

Il nuovo bonus verrà erogato dall’Istituto nazionale della previdenza sociale solo tramite la compilazione della domanda – in attesa della circolare con le istruzioni relative alle domande telematiche -; mentre saranno erogate in modo più automatico per alcuni lavoratori.

Come dice la nota: “Si anticipa che, per le prestazioni descritte nei precedenti paragrafi 3, 4, 5 e 6, i lavoratori che hanno già presentato la domanda e hanno beneficiato delle indennità relative alle precedenti mensilità di marzo, aprile e maggio 2020 non devono presentare una ulteriore specifica domanda in quanto l’Istituto procederà d’ufficio all’istruttoria e verifica dei requisiti previsti per tali indennità dal decreto-legge n. 104 del 2020“.


 Per maggiori informazioni e dettagli, si consiglia di prendere visione del messaggio inoltrato dall’Inps in merito al nuovo bonus di mille euro.

A proposito dell'autore

Samuele Amato

Studente di Filosofia, classe 1997, Samuele Amato è appassionato di cinema, musica, viaggi, storia e giornalismo, il ché lo ha spinto a intraprendere, dopo il diploma in Informatica e Telecomunicazioni, questo percorso con LiveUnict. Con gli ideali della libertà e del cosmopolitismo, Samuele ha l'obbiettivo di voler dare un contributo come giornalista e - si spera - come insegnante.