Attualità

Vaccino antinfluenzale gratuito per alcune fasce d’età: le novità dal Ministero

vaccino influenza
Il Ministero raccomanda il vaccino antinfluenzale, gratuito per alcune fasce d'età: ecco le ultime novità comunicate su influenza e vaccini.

Il vaccino antinfluenzale è quest’anno particolarmente raccomandato, considerata la difficoltà di distinguere i sintomi Covid da quelli dell’influenza. Il Ministero della Salute ha comunicato tramite una circolare che il vaccino sarà gratuito per i bambini da 6 mesi a 6 anni e per gli anziani a partire dai 60 anni d’età. Si abbassa, quindi, la soglia minima d’età, fissata lo scorso anno a 65.

La gratuità per gli anziani è già prevista nel testo della circolare elaborata dalla Direzione generale della Prevenzione sanitaria del ministero della Salute, Mentre per quanto riguarda i bambini si parla, al momento, di vaccinazione “raccomandata“, ma pare che si stia già lavorando alla gratuita, data per certa e già applicata in alcune regioni italiane.

La raccomandazione del Ministero: “Dal momento che nella prossima stagione influenzale 2020-2021 non è esclusa una co-circolazione di virus influenzali e SARS-CoV-2, si sottolinea l’importanza della vaccinazione antinfluenzale, in particolare nelle persone ad alto rischio di tutte le età, per semplificare la diagnosi e la gestione dei casi sospetti, dati i sintomi simili tra COVID-19 e Influenza. Vaccinando contro l’influenza, inoltre, si riducono le complicanze da influenza nei soggetti a rischio e gli accessi al pronto soccorso”.

“Vista l’attuale situazione epidemiologica relativa alla circolazione di SARS-CoV-2 – si legge sul sito del Ministero – , il documento raccomanda di anticipare la conduzione delle campagne di vaccinazione antinfluenzale a partire dall’inizio di ottobre e offrire la vaccinazione ai soggetti eleggibili in qualsiasi momento della stagione influenzale, anche se si presentano in ritardo per la vaccinazione”.

Oltre ai bambini e agli anziani, il vaccino antinfluenzale è particolarmente raccomandato anche alle donne in gravidanza e in post partum, a chi è affetto da patologie a rischio di complicanze come le malattie croniche a carico dell’apparato respiratorio e di quello cardio-circolatorio. Tutte quest categorie, quindi, potranno richiedere la somministrazione gratuita del vaccino.

La circolare del Ministero della Salute con tutte le informazioni


Coronavirus e rischio seconda ondata, Galli: “Intanto fate il vaccino contro l’influenza”