Scuola

Linee guida scuola dell’infanzia: ecco cosa cambia

scuola
Foto generica.
Vengono diffuse le linee guida scuola dell'infanzia per garantire la riapertura a settembre degli asili. Tutti i dettagli e le norme da seguire nell'articolo.

Linee guida scuola dell’infanzia: a settembre si ritorna a scuola, secondo quanto ribadito più volte dalla ministra Lucia Azzolina e dallo stesso premier Conte. Pertanto iniziano a stabilirsi regole ben precise per contenere il contagio e permettere a tutti, insegnanti e alunni, di accedere agli istituti in totale sicurezza.

Un’attenzione speciale riguarda gli asili e i bambini nella fascia d’età fra i 0 e i 6 anni. Rispettare regole stringenti, soprattutto per questi ultimi, può risultare particolarmente ostico.

In un documento, presente sul sito internet del MIUR, approvato nei giorni scorsi, vengono presentate le linee guida scuola dell’infanzia, che gli asili dovranno seguire, dalle mascherine, alle mense, alle arie giochi. I bambini verranno divisi in piccoli gruppi, con educatori diversi e giocattoli già assegnati. Le attività da privilegiare saranno quelle all’aperto e saranno indispensabili buone pratiche igienico-sanitarie, come il lavaggio frequente delle mani, che diventeranno pratiche quotidiane dei bambini.

Le mascherine non dovranno essere indossate dai più piccoli e la temperatura dovrà essere misurata prima di uscire di casa. “Stiamo lavorando ogni giorno – ha commentato la Ministra Lucia Azzolinaper riportare tutti a scuola, dai più piccoli ai più grandi. Le bambine e i bambini sono quelli che più hanno sofferto il periodo di chiusura, a tutti loro stiamo riservando particolare attenzione per la ripresa”. Nel dettaglio si prevedono:

Mascherine

I bambini al di sotto dei sei anni di età sono esenti dall’uso del DPI. Il persona che opera nella struttura è invece tenuto all’utilizzo della mascherina.

Temperatura

La temperatura non verrà misurata agli ingressi degli asili ma individualmente a casa. Per poter accedere alla struttura i bambini e il personale non dovranno presentare sintomi risalenti al covid-19 e/o una temperatura corporea superiore ai 37.5 C°.

Inoltre non dovranno essere stati sottoposti a quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni, né essere stati a contatto diretto con persone positive, per quanto di propria conoscenza, sempre nelle ultime due settimane. L’obbligo di controllare lo stato di salute dei più piccoli resta quindi ai familiari.

I gruppi di gioco

I bambini verranno suddivisi in piccoli gruppi o sezioni stabili, organizzati in modo da essere facilmente identificabili. A ciascun gruppo verranno assegnati educatori, docenti e collaboratori che si occuperanno sempre degli stessi bambini. I gruppi non dovranno mai mischiarsi o entrare in stretto contatto fra di loro.

Spazi e giocattoli

È necessario far rispettare il distanziamento sociale. A tal fine dovranno essere valorizzati gli spazi esterni e tutti quelli che potranno essere usati per accogliere stabilmente gruppi di relazione e gioco. Le linee guide scuola dell’infanzia prevedano aree strutturate, nel rispetto delle esigenze della fascia d’età.

Anche gli arredi potranno essere modificati al fine di far svolgere attività quotidiane nel rispetto del principio di non intersezione tra gruppi diversi. Il materiale ludico-didattico, gli oggetti e i giocattoli vari verranno assegnati in maniera esclusiva a ciascun gruppo, senza possibilità di scambio.

Mense

Qui vigono le regole del distanziamento fra gli alunni di gruppi diversi e pulizia profonda prima e dopo i pasti. I bambini potranno portare la merenda da casa purché contenitori, confezioni o bibite siano facilmente identificabili come appartenenti ad un singolo bambino. Lì dove è prevista l’area riposo bisognerà garantire la pulizia profonda degli spazi prima e dopo, una costante areazione dei locali e la disinfestazione della biancheria utilizzata, come federe, cuscini e lenzuolini.

Personale

Per quanto riguarda gli educatori si legge nel documento: “Per garantire la ripresa e lo svolgimento in sicurezza dei servizi educativi i sottoscrittori del documento, ciascuno secondo le proprie competenze in materia, si impegnano a verificare la possibilità di individuare ulteriori figure professionali, di prevedere eventuali deroghe per le sostituzioni e di assegnare dotazioni organiche aggiuntive nei limiti delle risorse disponibili”. Perciò è previsto l’incremento dell’organico e la formazione specifica del personale.

Igiene personale

I bambini saranno educati al rispetto delle corrette pratiche igieniche, specialmente per quanto attiene il lavaggio frequente delle mani. Questo però dovrà sempre tener conto della fascia d’età di riferimento e del grado di autonomia e consapevolezza dell’infante.

Ingressi ed uscite

Ci saranno punti di ingresso e di uscita differenziata e i bambini dovranno essere accolti, preferibilmente, all’esterno. Ad accompagnare il bambino potrà essere un solo genitore, che dovrà utilizzare la mascherina quando fanno accesso alla struttura. I genitori dovranno rispettare il distanziamento sociale e quindi non saranno consentiti assembramenti fuori dagli istituiti. Si potranno inoltre tenere traccia, tramite registro, delle presenze delle persone che entrano nell’istituto.

Queste le principali linee guida scuola dell’infanzia che tutte le scuole dovranno rispettare.