Catania

Catania, escursionisti rimangono bloccati sull’Etna: salvati dai militari

etna visite guidate
Immagine di repertorio.
Due ciclisti sono rimasti bloccati ieri nel versante sud dell'Etna. Salvati dalla Guardia di Finanza che li ha rintracciati e riaccompagnati al Rifugio Sapienza.

Nel tardo pomeriggio di ieri due escursionisti sono rimasti bloccati sul versante sud dell’Etna a causa delle avverse condizioni metereologiche. Ad intervenire per salvarli ci hanno pensato i militari del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza (Sagf) di Nicosia (CT).

I due ciclisti stavano effettuando una scalata in mountain bike nelle zone sommitali dell’Etna. Raggiunto il Cratere Escrivà a circa 2.550 metri di quota non sono riusciti più a continuare la scalata a causa di un violento temporale e di una fitta nebbia. Così hanno dato l’allarme al 117. I militari intervenuti hanno rintracciato i ciclisti e prestato loro soccorso.

I due si presentavano infreddoliti, anche per l’abbigliamento inadeguato per le alte quote, e spaventati per le inusuali circostanze. Li hanno rifocillati e accompagnati nel piazzale del Rifugio Sapienza dove avevano parcheggiato la loro autovettura.

La Guardia di Finanza, in occasione di quanto accaduto, ci tiene a raccomandare a chi volesse intraprendere escursione nelle zone sommitali dell’Etna di “verificare preventivamente le condizioni meteo, suscettibili comunque ad improvvise variazioni, di dotarsi sempre di un abbigliamento adeguato all’alta montagna e di comunicare il tragitto che si vuole percorrere, per permettere, all’occorrenza, una pronta localizzazione”.