Scuola

Sicilia, Cisl denuncia: “Mancano i banchi monoposto”

A quasi un mese dall'inizio della scuola, mancano ancora le condizioni per poter ripartire con qualche lezione in presenza. La denuncia della Cisl.

L’attività didattica in modalità mista ricomincerà tra poco più di un mese, ma le scuole non sono ancora adeguatamente attrezzate. Infatti, nelle scuole siciliane la situazione è critica, in quanto mancano i materiali e le condizioni adeguate a seguire le nuove disposizioni messe in atto per l’emergenza.

“Non c’è dubbio che la Sicilia sia messa peggio di molte altre regioni – ha dichiarato Andriano Rizza, il segretario regionale della Flc Cgil Sicilia – mancano gli spazi necessari per lo sdoppiamento delle classi, necessario per rispettare le distanze di sicurezza, ma soprattutto servono un milione circa di banchi monoposto.

Il segretario ha voluto evitare la polemica legata all’ acquisto dei banchi monoposto muniti di sedia con rotelle, ma ha espresso chiaramente la sua opinione sulle vere necessità delle scuole in questo momento.

“Sarebbe opportuno concentrarsi soprattutto sull’esigenza di fornire alle scuole i tradizionali banchi monoposto – ha affermato Rizza – in sostituzione di tutti quei banchi biposto, che risalgono al periodo della scuola raccontata da Edmondo De Amicis nel romanzo per ragazzi “Cuore”. Non è un’esagerazione perché molti di questi hanno ancora il foro per il calamaio, banchi che nella nostra regione rappresentano circa l’80% di quelli in possesso delle scuole”.