Attualità

Spiagge Sicilia, stagione non decolla: a giugno meno 60% di prenotazioni

lido in spiaggia
Spiagge Sicilia: la stagione balneare stenta a decollare dopo il primo mese propriamente estivo. Secondo i dati Sib le prenotazioni dell'Isola sono crollate rispetto all'anno scorso. Tuttavia, non sarebbe la Regione che ha subito il tracollo maggiore.

La stagione estiva non si apre bene per il turismo balneare in Italia. Non resta indifferente da questo calo anche la Sicilia. Infatti, secondo i dati del Sib, le prenotazioni sono scese negativamente del 60%. Ma l’Isola non è la regione con  più perdite. Altri numeri poco confortanti arrivano anche dalla Sardegna, con l’80% in meno di prenotazioni rispetto all’anno scorso.

A seguire ci sono Lazio e Molise (-75%) e Campania e Basilicata (-70%). La Toscana è l’unica regione ad aver subito una leggera discesa rispetto alle altre regioni italiane, con solo il -30% di prenotazioni in meno. Sono dati che comunque vanno presi con le pinze e che potrebbero salire nei mesi di luglio e agosto.

A tal proposito si è espresso anche il presidente del Sindacato Italiano Balneari aderente a Fipe Confcommercio, Antonio Capacchione, il quale attribuisce il crollo delle prenotazioni nelle strutture balneari al ritardo dell’inizio della stagione dovuto all’incertezza pandemica. “Per gli imprenditori balneari la stagione estiva – dice Capacchione  – è iniziata in ritardo e con la concentrazione delle presenze nei fine settimana”.

 Bonus vacanze al via: in Sicilia solo 56 strutture aderenti