In Copertina Viaggi

Vacanze 2020: le mete dove usare il bonus in Italia e in Sicilia

Vacanze 2020
Le vacanze 2020 saranno "vacanze italiane". Numerosi i tentativi di organizzare vacanze libere ma sicure. La Sicilia conquista i paesi esteri. Ecco un elenco di consigli per le vacanze in Italia e in Sicilia dove poter passare l'estate di quest'anno.

Le vacanze 2020 saranno vacanze diverse; avremo dei limiti con cui convivere, dal distanziamento alle mascherine, alla prudenza. Sarà l’anno delle ‘vacanze italiane’ perché il turismo internazionale, extraeuropeo, difficilmente potrà ripartire”. Queste le recenti parole di Dario Franceschini, ministro dei Beni Culturali.

La misura che aiuterà le famiglie e le imprese sarà una tax credit vacanze, un bonus fino a 500 euro, da spendere in alberghi e strutture ricettive per persone sotto un reddito Isee di 40 o 50mila euro. Ecco, quindi, in cosa consisterà il bonus vacanze in fase di approvazione nel Dl Rilancio.

 Bonus vacanze 2020: chi può richiederlo e quando usarlo

Niente isole paradisiache o sconfinamento d’oltralpe per le vacanze 2020; si tornerà a viaggiare in Italia, probabilmente in località poco distanti da casa, non molto affollate, sfruttando, quando possibile, le seconde abitazioni.

Vacanze 2020: ecco dove andare in Italia

Il settore turistico italico sta prontamente adattandosi alla situazione: l’Isola d’Elba, ad esempio, ha lanciato un piano anti-contagio chiamato #Elbasicura. Gli operatori turistici si sono confrontati per ottenere una vacanza libera, ma sicura. Tra le misure adottate, la possibilità di cenare nella propria camera d’albergo e l’installazione di sdraio ed ombrelloni anche nelle spiagge libere, per offrire una postazione d’ombra gratuita e a distanza di sicurezza.

In Veneto, l’isola privata di Arabella inizia le sperimentazioni per aprire la prima spiaggia certificata Covid-19. L’ingresso sarà limitato agli ospiti con prenotazione, gli ombrelloni godranno di 40 metri quadrati ciascuno e vigerà l’obbligo di indossare opportuni dpi, sia per i bagnanti che per il personale.

Prove tecniche anche in Puglia e a Trieste, dove si studia l’accesso ai bagni con prenotazioni e turni di tre ore da passare al sole. A Riccione, inoltre, si ipotizzano i primi tentativi di apertura della spiaggia dalla seconda metà di giugno. Con una sola certezza: ci saranno meno ombrelloni, meno aperitivi, meno aggregazioni, con pranzi sotto l’ombrellone.

Un terzo degli italiani sta aspettando la fine della quarantena per prenotare. Lo dice chiaramente WeRoad, la startup turistica che ha lanciato l’iniziativa “Destinazione Italia”, volta a valorizzare le attrazioni nascoste della Penisola grazie all’opera di promozione di enti e piccoli operatori del turismo di prossimità. L’obiettivo è ambizioso e prevede 5mila viaggiatori tra giugno e settembre 2020, il coinvolgimento di circa 500 strutture ricettive e 30 nuovi itinerari da lanciare.

Il progetto nasce per far fronte a quella che si prospetta come una delle peggiori crisi del settore turistico; sono, infatti, oltre 25 milione gli stranieri che non visiteranno l’Italia quest’estate.

Gli itinerari già disponibili sul sito della startup sono attualmente 19, divisi per mare, trekking, laghi e montagna. Tra le mete predilette spicca la Sicilia che, coi suoi piani di rilancio turistico ha conquistato la stampa estera.

Vacanze 2020: non solo il bonus, sconti per il turismo in Sicilia

L’assessore regionale al Turismo Manlio Messina parla, direttamente ai microfoni del giornale olandese De Telegraaf, dell’iniziativa di una notte gratis ogni tre prenotate, delle negoziazioni con le compagnie aeree per acquistare biglietti e far arrivare anche turisti stranieri quando sarà possibile, dei servizi da offrire ai turisti: “Quando un turista prenota una vacanza in Sicilia potrà scegliere quello che più gli interessa”. 

“Da alcuni giorni – continua ancora l’assessore Messina – tutti i giornali del mondo parlano della Sicilia e di quello che stiamo pianificando per cercare di dare un aiuto concreto alla filiera del turismo e a tutti gli operatori siciliani che si sono visti azzerare all’improvviso una stagione fondamentale come la primavera che da sempre porta nella nostra Isola turisti da tutto il mondo. Nessuno sarà escluso dagli interventi, a partire dagli agenti di viaggio e tour operator, albergatori, guide turistiche e tutti coloro che lavorano nell’indotto del turismo”.

Le iniziative che metterà in campo la regione siciliana saranno realizzate grazie al contributo statale dei 75 milioni, varati nei giorni scorsi con la legge finanziaria approvata dall’Ars.

Vacanze in Sicilia: le mete più belle scelte all’estero

La stampa straniera sembra essere stata particolarmente conquistata da Agrigento e dall’arcaica magia della sua Valle dei Templi. Gli olandesi hanno proprio utilizzato una bellissima immagine della Valle dei Templi come copertina per il loro articolo.

Tra le mete siciliane predilette a livello internazionale si trova anche Taormina, a metà strada tra Messina e Catania, posizione strategica per godersi delle veloci escursioni lungo la costa orientale della Sicilia; Siracusa situata nell’angolo a sud-est dell’Isola, ancora oggi, si può rivivere il suo glorioso passato visitando la sua vasta area archeologica composta da numerosi templi, un teatro, un anfiteatro e una necropoli.

Ed infine anche Val di Noto che dal  che dal 2002 è entrata a far parte del patrimonio mondiale dell’UNESCO poiché rappresenta un’eccezionale testimonianza dell’arte ed architettura tardo barocca e rappresenta il culmine e l’ultimo periodo fiorente dell’arte barocca in Europa.

A proposito dell'autore

Martina Dell'Utri

Nasce a Caltanissetta il 13 Febbraio del 2001, ha intrapreso il CdS in Filosofia presso l'Ateneo catanese in seguito al conseguimento della maturità scientifica. Oltre all'indubbio interesse per il Philéin di Sophia, nutre una profonda passione per il cinema, la letteratura e l'arte: aspira a competere professionalmente armonizzando insieme tali ambiti caratteristici. Collabora con la redazione di LiveUnict dal 2019.

Speciale Test Ammissione