Attualità

Mare e vacanze nella Fase 2: ecco le regole per andare in spiaggia

vacanze sicilia
Mondello (PA)
Nei prossimi giorni il Governo e gestori inizieranno a discutere sulle modalità che permetteranno gli accessi alle spiagge. Intanto, ecco le prime indiscrezioni.

Cinque metri di distanza tra le file di sdraio e i lettini, che diventano quattro e mezzo tra gli ombrelloni. Parola degli scienziati. Inizia così a prendere forma la spiaggia nel 2020. Le regole sono arrivate, adesso tocca al Governo discuterne con i gestori, che poi inizieranno i lavori per consentire agli italiani di andare al mare, nonostante l’emergenza sanitaria.

Posti sulla spiaggia

I separatori di plexiglass, paventati in un primo momento, sono scongiurati. Per impedire assembramenti tra i bagnanti, verranno create delle “isole” dove ognuno potrà sistemarsi con le sdraio o i lettini e l’ombrellone. Non sarà possibile stendere gli asciugamani per terra, né adagiarsi sulla sabbia. Non saranno consentiti assembramenti sulle spiagge libere o sugli scogli, dove si dovrà mantenere la distanza. Verranno privilegiati gli abbonamenti oppure le prenotazioni via internet o telefono.

Docce e spogliatoi

Le strutture fisse come docce, spogliatoi e cabine dovranno essere sanificate dopo ogni uso, così come i lettini, le sdraio e ogni altra attrezzatura. Bisognerà mantenere le distanze sia sull’arenile sia presso i chioschi. Gli stabilimenti dovranno sistemare i dispenser per il disinfettante ma anche i rubinetti dove lavarsi le mani.

Cibo, da asporto e non

Ristoranti da spiaggia e bar dovranno seguire le stesse regole di tutti gli altri locali pubblici. Se possibile mantenere il distanziamento tra i tavoli, i clienti potranno sedersi. In caso contrario, il cibo potrà essere consumato soltanto vicino al proprio ombrellone.

Rimani aggiornato