Scuola

Scuola, in Sicilia stanziati contributi per pc, tablet e traffico dati

tastiera pc
In arrivo nuove risorse per l'acquisto di traffico dati internet e dispositivi informatici. Questo è quanto emerge dalle dichiarazioni di Roberto Lagalla, assessore all'Istruzione della Regione Sicilia.

Il Governo nazionale ha da poco approvato il Piano Scuola, il quale include uno stanziamento di risorse pari a 400 milioni per garantire una veloce connessione a banda larga a tutti gli istituti scolastici. La Sicilia, invece, attraverso l’Assessorato regionale all’istruzione e alla formazione professionale, ha allargato la platea del precedente contributo del mese di marzo alle scuole paritarie e agli enti di formazione che garantiscono l’obbligo scolastico.

Nello specifico, sono previsti due contributi per le scuole statali e paritarie, nonché agli enti di formazione per i corsi in obbligo scolastico. Il primo contributo ha un valore nominale di 400 euro e sarà destinato all’acquisto di pacchetti che permettano la navigazione su internet, mentre il secondo ha un importo nominale pari a 2.500 per l’acquisto, anche in comodato d’uso, dispositivi informativi quali PC e tablet per l’apprendimento in modalità FAD.

Non solo abbiamo provveduto a raggiungere l’intera platea degli interessati  – ha affermato l’assessore Lagalla – ma abbiamo anche avuto attenzione nel favorire l’accesso alla rete attraverso la fornitura di schede per il traffico dati. Grazie a questa ulteriore disposizione auspichiamo di poter raggiungere anche coloro i quali, sino ad oggi, non hanno avuto modo di fruire al meglio della didattica online”.

Università di Catania