Cinema e Teatro

Cinema in sicurezza dalla macchina: allo studio ipotesi drive-in

Le associazioni di riferimento del mondo dello spettacolo stanno lavorando per arrivare a soluzioni che consentano, nell'ormai prossima fase due, di andare al cinema in totale sicurezza.

Per far ripartire il settore del cinema e dello spettacolo, duramente colpito dall’emergenza sanitaria, andremo a vedere i prossimi film in uscita attraverso il drive in? È l’idea per la quale stanno lavorando le associazioni di riferimento della categoria, in modo da riportare le persone al cinema. La ripartenza delle sale cinematografiche potrebbe avvenire tra settembre e ottobre, ma per la stagione estiva la suggestione drive-in potrebbe davvero concretizzarsi.

È quanto suggerisce, per esempio, il presidente di Anica Francesco Rutelli. Sullo stesso tema è intervenuto all’Agi anche Pierluca Sforza, presidente di Anec Lazio. “Ne stiamo parlando a livello di associazione nazionale, drive-in e arene possono riportare la gente al cinema, essere un volano per tutta la filiera”, dichiara all’Agenzia Italia.

Le proiezioni all’aperto favorirebbero il rispetto delle restrizioni che verranno imposte con l’inizio della Fase 2, permettendo il mantenimento del distanziamento sociale e quindi prevenendo il contagio. In questo modo, le distanze sarebbero fatte mantenere più facilmente rispetto alle sale tradizionali. I biglietti, ad esempio, potrebbero essere acquistati online. Le associazioni che hanno avanzato la proposta, insieme al ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, stanno già progettando i luoghi ideali per i drive in per le città più grandi.

Rimani aggiornato