Attualità

Coronavirus in Sicilia, Musumeci: “Vogliamo sapere quando ripartire”

Piazza Stesicoro
Il Presidente Musumeci ha esortato il comitato tecnico-scientifico a elaborare i possibili scenari futuri alla fine della quarantena.

Quando si potrà ritornare a una vita normale? È la domanda che, al momento, tutti i cittadini si fanno e a cui non è così semplice dare una risposta. Anche il Presidente della Regione, Nello Musumeci, ha interrogato a tal proposito il comitato tecnico-scientifico per l’emergenza Covid-19 in Sicilia.

Musumeci, in una lettera, ha sollecitato gli esperti a elaborare i possibili scenari futuri alla fine del lock down sull’Isola. “Bisogna ricordare – ha dichiarato il governatore siciliano – quanto sia indispensabile accompagnare scelte e proposte con una preventiva valutazione di ordine tecnico-scientifico per avere un’interlocuzione consapevole con lo Stato“.

La scelta, da dove ripartire e in quali tempi, non è facile, per questo– ha continuato Musumeci- è necessario, direi forse indispensabile, che essa sia accompagnata da una strategia sostenuta da basi scientifiche e che individui una gradualità capace di tenere in considerazione il diritto di ciascun cittadino e di ciascun lavoratore, alla sicurezza sotto il profilo sanitario“.

È necessario – questa l’opinione dell’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza avere già uno sguardo proiettato al futuro che sia supportato da evidenze scientifiche. In questo momento, per usare una metafora automobilistica, è come se fosse entrata in pista una safety-car. Siamo tutti desiderosi di ripartire, o meglio ricominciare, ma dobbiamo capire come e quando, ma soprattutto farci trovare preparati. Tuttavia, oggi più che mai, ricordo che è fondamentale continuare a rispettare le regole“.


Festività pasquali in lockdown: Catania sembra una città fantasma [FOTO]