News

Covid-19 Sicilia, ressa al supermercato: “Non volevano pagare”

Diverse famiglie al collasso economico provano ad assaltare un noto supermercato a Palermo. Carabinieri e polizia intervengono per sedare la rivolta.

Il Coronavirus genera tensioni e paure che possono sfociare in vere e proprie rivolte. È quello che è accaduto all’interno di un gruppo Facebook con parecchi iscritti, soprattutto palermitani. All’interno del gruppo si susseguono diversi commenti che inducono alla rivolta sociale, in particolare alla razzia dei supermercati. Tra le righe dei commenti si leggono disperazione e fame, causate dalla mancanza di lavoro. La quarantena in casa e la chiusura delle attività hanno portato diverse famiglie al collasso economico. La preoccupazione più grande per queste famiglie è riuscire a fare la spesa.

Circa una ventina di famiglie si sono così accordate all’interno del gruppo per assaltare un noto supermercato della città di Palermo. Sono entrati all’interno del punto vendita e hanno riempito i carrelli di spesa. Una volta arrivati alle casse, si sono rifiutati di pagare la merce e hanno provato ad uscire dal supermercato senza pagare nulla.

I dipendenti della nota catena hanno prontamente chiamato in soccorso carabinieri e polizia che hanno riportato alla normalità la situazione. Momenti di tensione e panico, non solo per i dipendenti del supermercato, ma anche per i clienti all’interno del market e in coda all’esterno.

Sono tempi difficili per tutti, in particolare per chi prima dell’emergenza Coronavirus eseguiva un lavoro, come vendere frutta e verdura nei mercati rionali, e adesso non sa come portare un pasto caldo in tavola. Il collasso economico si aggiunge all’emergenza sanitaria, causando in molti rabbia ed esasperazione.