Attualità

“Pandemia Coronavirus”: la situazione Covid-19 nel mondo

Sale in maniera preoccupante il numero di morti e contagiati in Europa: Francia, Germania, Spagna, in particolare, vedono crescere in queste ore il numero di contagiati. Cina e Corea del Sud intravedono invece la luce in fondo al tunnel.

Non sono trascorse nemmeno 24 ore da quando l’Oms, Organizzazione mondiale della Sanità, ha ufficialmente dichiarato il passaggio da “epidemia” a “pandemia”, data la velocità di propagazione del virus e la diffusione dello stesso in 114 paesi del mondo: solo l’Antartide ad oggi registra zero casi Coronavirus. Il Covid-19 è la seconda pandemia di questo secolo: l’ultima dichiarazione di pandemia da parte dell’Oms risale a undici anni fa, al 2009, quando l’influenza A/H1N1 colpì circa un miliardo di persone, causando più di 500mila morti.

L’Oms ha reso noto il numero complessivo dei contagiati da Covid 19: ad oggi sono 126.258 le persone che hanno contratto la malattia e  4.638 i morti, secondo quanto afferma il tracker della Johns Hopkins University. La stragrande maggioranza delle vittime è stata in Cina, dove il numero delle vittime è stato complessivamente di 3.169. La Cina ha, nelle ultime ore, fatto sapere che considera superato il picco di trasmissione dei contagi da nuovo Coronavirus:  sono solo otto i nuovi contagi da Coronavirus registrati ieri a Wuhan, la città da cui si è diffusa l’epidemia, in un nuovo record positivo dal 20 gennaio scorso, e per la prima volta a una sola cifra. Secondo l’ultimo bollettino della Commissione nazionale per la Sanità cinese, al di fuori della provincia dello Hubei, dove si trova Wuhan, sono stati registrati altri sette casi, sei dei quali “importati”, con undici nuovi decessi.
In totale, il numero dei contagi dall’inizio dell’epidemia in Cina è a quota 80.793 e i morti sono 3.169.

Corea del Sud

I dati relativi al Coronavirus in Corea del Sud fino alla giornata del 10 marzo 2020 avevano fatto segnare un trend positivo. Infatti per cinque giorni consecutivi il numero dei contagi era risultato progressivamente in diminuzione, salvo poi fare segnare un +242 infettati da Covid-19, nella giornata di ieri 11 marzo. Il computo totale dei casi da Coronavirus riscontrati ammonta a 7755 con 60 morti. Numeri molto esigui se rapportati alla situazione dell’Italia, che si attesta sui circa 12mila con più di 800 vittime invece (e circa 1000 guariti). Per quale motivo la Corea del Sud riesce a tenere un numero di vittime così basso? Secondo l’Asia Times, questo risultato è da attribuire ad un numero altissimo di test diagnostici effettuati, con una media di circa 20mila al giorno.

In Europa
In Europa sono 22.307 le persone contagiate, e 930 sono morte per cause legate al nuovo coronavirus.

Peggiora la situazione in Spagna, dove i casi sono quasi quadruplicati da domenica (2.152, metà dei quali nella Comunidad di Madrid e cinquanta morti). Il paese ora è terzo in Europa per numero di contagi, dopo Italia e Francia. Le scuole nella zona di Madrid sono state chiuse.

In Francia il presidente Emmanuel Macron pronuncerà un discorso alla nazione stasera alle 20, prendendo pubblicamente la parola per la prima volta dall’inizio del contagio. Ad oggi, i casi di contagiati nel paese sale a 2.281 e quello delle vittime a 48.

In Germania si contano oltre 1600 contagiati e 3 morti. C’è anche il primo caso di calciatore professionista positivo al Coronavirus. Si tratta di Timo Hubers, giocatore dell’Hannover, come comunica lo stesso club tedesco: “Timo Hubers è risultato positivo al Coronavirus. Gli esperti dicono che potrà infettarsi fino al 70% della popolazione tedesca: a ribadirlo è stata la stessa cancelliera tedesca Angela Merkel, parlando dell’emergenza Coronavirus in Germania e sottolineando che la vera sfida sarà “guadagnare tempo”.