News

Sicilia, stordita e violentata al Policlinico di Messina: arrestato infermiere

La donna è stata prima narcotizzata con un farmaco non previsto nella terapia seguita e poi vittima di abusi sessuali. Arrestato un infermiere incensurato.

L’ennesimo caso di violenza, l’ennesima donna che non può sentirsi al sicuro nemmeno tra le mura di un ospedale. La terribile vicenda accade a Messina, dove lo scorso 17 febbraio una donna ha denunciato di essere stata vittima di violenza sessuale mentre si trovava ricoverata di notte al Policlinico.

Le indagini, prese in carico dalla procura, hanno portato a scoprire che la donna era stata vittima di un infermiere di turno durante la notte, che l’ha stordita somministrandole un farmaco narcotizzante, non previsto nella terapia seguita, e ne ha abusato sessualmente.

Sono state trovate tracce biologiche sugli abiti della vittima, mentre, in uno dei contenitori dei rifiuti sanitari speciali del reparto dove era ricoverata la paziente, è stata trovata una fiala contenente delle rimanenze di un liquido anestetico. Le indagini hanno condotto all’arresto dell’infermiere, 53enne incensurato, con l’accusa di violenza sessuale aggravata.