Università di Catania

Isolato Coronavirus: a capo del team un’ex studentessa dell’Università di Catania

Isolato da un team italiano il Coronavirus: tra i ricercatori, una siciliana ed ex studentessa dell'Università degli Studi di Catania.

La recente notizia della diffusione del Coronavirus in varie zone d’Europa ha destato non poca preoccupazione tra gli italiani. Fortunatamente un’equipe di ricercatori dell’Ospedale Spallanzani della capitale si è prontamente mobilitata per fare in modo che il virus venisse isolato e si mettesse a punto un vaccino.

Tra i membri del team, che per primo in Europa (insieme a quello francese) sarebbe riuscito a circoscrivere l’epidemia, spicca una donna siciliana. Si tratta di Concetta Castilletti, originaria di Ragusa Concetta Castilletti, la ricercatrice ed attuale responsabile dell’unità operativa Virus emergenti all’Istituto Spallanzani.

La donna  ha studiato presso l’Università degli Studi di Catania prima di divenire biologa e fronteggiare emergenze analoghe.

“Sono abituati a questo genere di emergenze a casa mia – spiega a ricercatrice – anche perché io non mi ricordo una vita diversa da questa. È sempre stato così.  Ho vissuto la grande emergenza della Sars, di Ebola, dell’influenza suina, della chikungunya, e insieme ai miei colleghi siamo stati spesso in Africa. È un lavoro che mi piace moltissimo e non potrei fare altro“.

“La vittoria è di tutto il team – ha sottolineato la Castilletti-. Eravamo tutti impegnati, tutta la squadra. Abbiamo un laboratorio all’avanguardia, impegnato 24 ore su 24 in questo genere di emergenze”.

Il riuscito isolamento è stato dichiarato pubblicamente da Roberto Speranza, Ministro della Salute, mentre dalla Regione giungevano i più sinceri complimenti alla ricercatrice ragusana, considerata “eccellenza siciliana”.

Università di Catania