Università di Catania

UNICT – Torre Biologica, due progetti di ricerca del dipartimento Medclin

L'incontro sarà aperto anche a ricercatori, dottorandi, specializzandi e tesisti del Dipartimento di Medicina clinica e sperimentale.

Due progetti del Dipartimento di Medicina clinica e sperimentale (MedClin) verranno presentati alla Torre Biologica venerdì 17 gennaio, ore 9:00. L’incontro si terrà nell’aula magna della Torre “Ferdinando Latteri” (via Santa Sofia 89), dove saranno presentati, nel corso del convegno “Interdisciplinarietà: il collante della ricerca“, i risultati degli innovativi progetti, finanziati sulla linea 2 del Piano della Ricerca dell’Università di Catania 2016-2018.

Il Piano triennale di sviluppo delle attività di ricerca del Dipartimento di Medicina clinica e sperimentale –  elaborato nel giugno 2017 in attuazione della seconda linea di intervento del Piano di Ateneo per la ricerca 2016/2018 –  si è caratterizzato per la scelta di aggregare le risorse,  umane e finanziarie, su due progetti di ricerca a carattere innovativo e interdisciplinare, con l’obiettivo di consentire a tutti i docenti, anche se appartenenti a settori scientifico disciplinari poco rappresentati numericamente, di poter applicare e partecipare attivamente, dando il loro contributo a tematiche di ampio interesse.

Tutti i docenti del dipartimento sono stati invitati a proporre obiettivi e azioni di ricerca all’interno di due macro-tematiche, individuate come in grado di aggregare differenti competenze disciplinari, poi confluiti nei due progetti dipartimentali #A ‘Marcatori molecolari e clinico-strumentali precoci, nelle patologie metaboliche e cronico-degenerative’ (coord. dal prof. Lorenzo Malatino e dai proff. Salvo Piro e Laura Sciacca, con la partecipazione di 22 docenti e 4 giovani ricercatori non strutturati) e #B ‘Valutazione a distanza degli effetti nocivi della chemioterapia e della radioterapia su vari organi in pazienti affetti da patologie neoplastiche insorte in età pediatrica” (coordinato dal prof. Andrea Di Cataldo con la prof.ssa Giovanna Russo, a cui hanno aderito 20 docenti e 4 giovani ricercatori non strutturati).

I due progetti sono stati esaminati e approvati da una Commissione esterna di tre docenti del dipartimento di Scienze mediche, chirurgiche e Tecnologie avanzate ‘G. Ingrassia’ e hanno avuto avvio nel gennaio del 2018 per due annualità. Il primo monitoraggio dello stato di avanzamento dei progetti si è svolto nel novembre 2018, con i componenti dell’Advisory Board esterno al dipartimento, composto dal prof. Giorgio Sesti dell’Università Roma La Sapienza, dal prof. Ercole Concia dell’Università di Verona e dal prof. Salvatore Siena dell’Università Statale di Milano.

In questo incontro, aperto anche ai giovani ricercatori, dottorandi, specializzandi e tesisti del dipartimento saranno illustrati i risultati finali dei vari progetti, che hanno tenuto conto delle critiche e dei consigli dei membri dell’Advisory Board. Lo scopo è anche quello di favorire il dialogo tra diverse generazioni di ricercatori e di mostrare ai più giovani come sia possibile nella nostra realtà coniugare rigore scientifico e metodologico, passione ed entusiasmo per la ricerca.

I lavori saranno aperti dal rettore Francesco Priolo e dal direttore del Dipartimento Medclin Francesco Purrello. Il progetto “Marcatori molecolari e clinico-strumentali precoci, nelle patologie metaboliche e cronico-degenerative” sarà introdotto dai coordinatori Lorenzo Malatino, Salvatore Piro, Laura Sciacca; mentre il progetto “Valutazione a distanza degli effetti nocivi della chemioterapia e della radioterapia su vari organi in pazienti affetti da patologie neoplastiche insorte in età pediatrica” dai coordinatori Andrea Di Cataldo e Giovanna Russo.

Le conclusioni sono affidate ai professori Giorgio Sesti dell’Università “La Sapienza” di Roma e Salvatore Siena dell’Università di Milano, entrambi membri dell’advisory board esterno del dipartimento Medclin.