Catania

Natale 2019, i presepi più caratteristici di Catania e provincia

Con l'inizio di dicembre e con l'entrata nel periodo natalizio, non si può non notare che la provincia catanese si stia già allestendo con i propri mercatini di Natale e, soprattutto, con i suoi caratteristici presepi.

Arriva dicembre e lo spirito natalizio pervade già l’aria. Lo si può notare dall’istallazione di luci nei balconi delle case e nelle vetrine dei negozi e dall’allestimento dei tradizionali mercatini lungo le vie delle città, come Catania. Ma non solo questo, perché il capoluogo etneo e l’intera provincia ha una tradizione che da sempre incanta abitanti e turisti: i presepi.

Si parla di rievocazioni religiose e simboliche che nel catanese hanno una particolare importanza tradizionale – oltre che di valore religioso – e che rende alcune parti della provincia famose e caratteristiche per l’allestimento di presepi singolari.

Ecco i presepi più caratteristici di Catania e provincia, visitabili in questo periodo dell’anno.

Caltagirone

La “città dei cento presepi”: Caltagirone occupa un posto di primaria importanza in merito alla storia del presepe popolare siciliano. Il paese della provincia catanese custodisce presepi provenienti da ogni parte del mondo e che ogni anno organizza una mostra itinerante. A Caltagirone troviamo presepi artigianali in ceramica realizzate dalle botteghe di maestri artigiani del luogo; troviamo anche presepi realizzati in terracotta, i quali rappresentano la vita contadina.

Mineo

A poco meno di 30km da Caltagirone, c’è la città del presepe permanente: Mineo. La fantasia e la tradizione dei maestri artigiani, nella realizzazione di presepi, rendono il piccolo comune un luogo da visitare assolutamente, se non si vuole perdere la bellezza e la magia che le statue dei vari presepi suscitano. Inoltre, è presente il Museo Permanente del Presepe Diffuso.

Bronte

Non solo la patria del pistacchio. Grazie alle iniziative dell’Associazione socio-culturale “Pro eremo”, Bronte ha un’esposizione permanente di 250 presepi provenienti da molti Paesi, dove si possono trovare presepi in cioccolato, cotone, in movimento, in cartapesta, corallo e madre perla e i diorama.

Maniace

Sempre ai piedi dell’Etna, troviamo uno dei presepi più belli dell’Isola. È il Presepe dei Nebrodi, che ritrae la vita contadina tipica delle vette siciliane: un presepe allestito con tralci di vite e muschio naturale dove si animano ben 45 personaggi di terracotta, prodotti in terracotta. Uno spettacolo da non perdere ed un modo per visitare anche Maniace, luogo di estrema bellezza naturale.

Acireale

A pochi passi dal capoluogo etneo possiamo trovare il presepe settecentesco di Acireale. Presepe che – custodito nella chiesa di Santa Maria della Neve – è costituito da ben 34 personaggi a grandezza naturale sullo sfondo di una grotta di roccia lavica. Realizzati in legno e con testa e volti in cera, accanto ai personaggi troviamo strumenti derivati dalla tradizione siciliana.

Zafferana Etnea

Come in molti dolorosamente ricordano, Zafferana Etnea è uno dei nove comuni colpiti dal terremoto di Santo Stefano dell’anno scorso. Quest’anno l’associazione culturale e ricreativa Andrea Riggio, assieme al comune e alla parrocchia, ha realizzato un presepe allegorico presso lo storico complesso museale de “La Cisternazza”. Qui sono presenti, oltre agli elementi relativi alla natività di Cristo, nove pastori, che simboleggiano i nove comuni colpiti dal terremoto.