Lavoro, stage ed opportunità

Concorso ATA, 11mila assunzioni in arrivo: i posti disponibili per regione 

Tra le novità sul fronte scuola, previste anche 11mila assunzioni del personale ATA per le pulizie. Dal primo gennaio 2020, previste 11mila assunzioni.
Il decreto scuola firmato alla fine di ottobre dal Presidente Mattarella, include novità anche per quanto riguarda il personale Ata. In particolare pare che, da gennaio 2020, si procederà con l’assunzione di 11. 263 lavoratori delle imprese di pulizia. Il Bando non è ancora stato pubblicato ed è ancora in via di predisposizione. 
Tra i requisiti di accesso e partecipazione figura, al primo posto, il diploma di scuola secondaria di secondo grado, purché conseguito entro la data di scadenza del termine per la presentazione della domanda di partecipazione.  Secondo requisito è l’esperienza nel settore delle pulizie. Il candidato, per essere ammesso, deve aver svolto, per almeno 10 anni (anche non continuativi, nei quali devono essere inclusi gli anni 2018 e il 2019) servizi di pulizia e ausiliari presso le istituzioni scolastiche ed educative statali, in qualità di dipendente a tempo indeterminato di imprese titolari di contratti per lo svolgimento di tali servizi.
 
La procedura selettiva per soli titoli, finalizzata alla costituzione di una graduatoria generale di merito, sarà bandita dal Miur e articolata su base provinciale. La domanda dovrà essere prodotta nella provincia relativa alla ubicazione della scuola ove si presta servizio attualmente. I candidati utilmente collocati in graduatoria, in base ai posti disponibili, sono assunti con decorrenza 1 gennaio 2020 nei ruoli statali come collaboratori scolastici.
 
L’assunzione sarà a tempo indeterminato a tempo pieno. La domanda di partecipazione al concorso potrà poi essere presentata tramite Istanze online, previo accreditamento su Polis.

Nella tabella, vengono riportati i posti disponibili per regione: