Catania

Librino, chiude centro d’assistenza per bambini: licenziate 30 persone

La decisione ha spiazzato tutti, facendo chiudere i battenti all'associazione onlus che per circa vent'anni hanno lavorato per l'assistenza dei bambini di Librino.

Finisce così l’esperienza dell’associazione culturale “Primavera” onlus per il centro diurno per l’assistenza ai bambini del quartiere catanese di Librino, con la riduzione del personale e del numero di minori indigenti assistiti.

È la decisione del Comune di Catania, che porta effettivamente a far chiudere i battenti al centro diurno, che da circa vent’anni ospitava i bambini e li aiutava nella loro crescita, in un quartiere come Librino, supplendo alle carenze delle famiglie, spesso vittima di fenomeni di disagio sociale e culturale. Così dal prossimo mese, a partire dal 1° di novembre, resteranno a casa trenta persone, impegnate finora ad oggi nella cura di circa 150 bambini.

La motivazione è legata al dissesto finanziario in cui il Comune di Catania si è ritrovato, non essendo così in grado di finanziare l’associazione. Tuttavia, esiste un contratto di progetto di finanziamento pluriennale, che è stato ignorato. Pertanto, si prevede una protesta in piazza entro questa settimana, con il coinvolgimento delle famiglie dei minori assistiti.

Speciale Test Ammissione