Altro

Test medicina 2019: come e perché fare ricorso

Il test di medicina per l'anno 2019 si è appena concluso ma già diverse segnalazioni hanno riportato irregolarità dello svolgimento della prova. Fare ricorso qualora non si dovesse ottenere il posto in graduatoria è una opzione spesso considerata dagli aspiranti medici. Vediamo come fare, quali motivi giustificano un ricorso e le scadenze.

Anche per quest’anno il test di Medicina è andato. Oltre 68 mila studenti in Italia hanno partecipato al test d’ingresso nella speranza di aggiudicarsi uno dei tanti ambiti posti da medico. Ma si sa, non tutti avranno la possibilità di accedere. Per aggiudicarsi un posto, talvolta, l’ultima via praticabile è quella di fare ricorso al Tar. Tuttavia, tale strada non è facile, perché per poter presentare ricorso occorre rispettare motivazioni specifiche, procedure precise e scadenze inderogabili. Ecco tutte le informazioni necessarie per fare ricorso al test di Medicina 2019.

Test medicina 2019: perché fare ricorso

Esistono diversi motivi validi per fare ricorso dopo il test di Medicina qualora non si fosse ottenuto il posto tanto sperato. Tra le motivazioni principali alle quali si adduce più spesso sono le irregolarità legate allo svolgimento della prova, che posso essere davvero molteplici e di diversa gravità. Tuttavia, è importante alle volte per ottenere un esito favorevole avere con sé qualche prova che attesti le segnalazioni di irregolarità. Le ragioni più frequenti per fare ricorso al test di Medicina sono:

  • Mancanza di trasparenza durante la prova
  • Mancanza di parità di trattamento tra candidati
  • Mancanza di controllo durante il test
  • Violazione dell’anonimato
  • Mancanza dell’identificazione dei candidati
  • Plichi Manomessi
  • Suggerimenti dei commissari ai candidati
  • Ritardi nell’inizio della prova

 

Test Medicina 2019: come fare ricorso

Per fare ricorso al Tar contro il test di Medicina occorre tenere innanzi tutto in considerazione che esistono tre tipologie diverse di ricorso: ricorso individuale, ricorso collettivo locale, ricorso nazionale, il cui prezzo varia anche notevolmente. Le figure di riferimento sono sempre degli avvocati specializzati in diritto amministrativo e in pratiche di ricorsi.

  • Ricorso individuale: questa procedura è probabilmente la più onerosa perché richiede l’assunzione di un avvocato che risolva il vostro caso singolo e contesti l’irregolarità eventualmente avvenuta nei vostri confronti inviando la richiesta al Miur.
  • Ricorso collettivo locale: questa procedura coinvolge necessariamente più studenti, che si ritengono vittime di irregolarità simili avvenute nell’ambito della stessa università. Il costo è variabile proprio in relazione al numero di studenti che partecipano al ricorso.
  • Ricorso nazionale: questa procedura è la più economica perché costa circa 10 euro, ma riguarda esclusivamente delle irregolarità generali avvenute durante il test d’ingresso in varie università a livello nazionale, quindi prescinde dal caso singolo dello studente x.

 

Test Medicina 2019: date e scadenze

Per fare ricorso al test di Medicina occorre tenere a mente date e scadenze precise. Il ricorso, infatti, qualora non si riuscisse ad ottenere un posto si può effettuare solo entro 60 giorni dalla data in cui viene resa pubblica la graduatoria di Medicina 2019. Soltanto in rari casi è concessa la possibilità di un ricorso straordinario, presentabile entro 120 giorni dalla pubblicazione della graduatoria medesima.

 

 

Da TWITTER

Coronavirus, il Ministro Azzolina: "No a viaggi di istruzione in Italia e all'estero" https://www.liveuniversity.it/2020/02/23/coronavirus-stop-gite-italia-estero/

"Striscia la Notizia" a Catania: appello per trovare casa ai randagi del San Marco https://catania.liveuniversity.it/2020/02/21/striscia-la-notizia-catania-san-marco-randagi/ di @liveunict

Load More...